Dream Theater - A Walk beside the Band - Fan Club DVD 2005

Copertina 9

Info

Dvd
Anno di uscita:2005
Durata:100 min.

Tracklist

  1. INTERVIEW WITH JOHN PETRUCCI
  2. PANIC ATTACK
  3. ON STAGE WITH JOHN PETRUCCI
  4. NEVER ENOUGH
  5. BACKSTAGE TOUR WITH JAMES LABRIE
  6. A FORTUNE IN LIES
  7. PERUVIAN SKIES
  8. INTERVIEW WITH MIKE PORTNOY
  9. EXCERPT FROM MONEY
  10. THE SPIRIT CARRIES ON
  11. INTERVIEW WITH JORDAN RUDESS
  12. THESE WALLS
  13. PULL ME UNDER/METROPOLIS

Line up

  • James LaBrie: vocals
  • John Petrucci: guitars, vocals
  • John Myung: bass
  • Mike Portnoy: drums, vocals
  • Jordan Rudess: keyboards

Voto medio utenti

Il primo dei due DVD che ci vengono proposti dal Fan Club ufficiale dei 5 di New York è una brillantissima operazione promozionale, realizzata di concerto con i Fanclubs norvegese, francese, tedesco, inglese e, appunto, italiano. Ma procediamo con ordine.

CONFEZIONE – Molto curata, con un bel booklet esplicativo e colorato, pieno di immagini, foto, riferimenti all’(allora) appena uscito “Octavarium”. Il booklet, ovviamente, riporta i contatti dei vari fanclubs e, al suo interno, una dedica autografata di Mike Potrnoy, oltre ai vari dettagli.

GRAFICA DVD – La qualità dei menù e del montaggio è assolutamente professionale, con il filmato introduttivo che va a tempo con la musica e tutta una serie di piccoli accorgimenti per rendere il prodotto di qualità decisamente superiore.

CONTENUTO – “A walk beside the band” è un viaggio tra parole e musica, compiuto in 5 città europee, una per fanclub (Oslo, Parigi, Dusseldorf, Londra, Roma). Per ogni data il dischetto ci propone un gustoso dietro le quinte/intervista, raccontato ogni volta da uno dei componenti della band, ed un paio di pezzi live, estratti dalla serata in questione. Più che soddisfacente la quantità delle telecamere utilizzate; se si pensa che è un DVD “amatoriale”, c’è da far invidia a molte releases ufficiali!! E decisamente da tener d’occhio la scelta dei brani proposti: molti di questi, infatti, non sono mai stati ripresi in dvd ufficiali, o sono qui immortalati in versioni assolutamente uniche. Nel dettaglio:

1-Oslo: una lunga e interessantissima intervista con John Petrucci fa da prologo ad una strepitosa “Panic Attack”, song dall’ultimo “Octavarium”. La qualità video e audio è decisamente buona, l’esecuzione ottima, il pubblico ‘nordico’ ma più che entusiasta.

2- Parigi: Ancora il buon Petrucci, che però stavolta ci accompagna sul palco, mostrandoci l’intero arsenale del suo live set: chitarre, ampli, effettistica, ed una serie di piccoli segreti che più gustosi non si può… Una persona come sempre disponibile e piacevole. A seguire, un altro dei pezzi di “Octavarium” non finiti su “Score”: si tratta questa volta di “Never Enough”, bellissima soprattutto nel suo break strumentale centrale. Buone le riprese, come anche l’esecuzione vocale di James LaBrie.

3- Dusseldorf: la Philipshalle è una venue molto frequentata dai Dream Theater; nel nostro DVD, è il singer James LaBrie a mostrarci il suo personale “dietro le quinte”: una bella carrellata sul palco, tra i suoi effetti e il divano di Myung (guardare per credere!!!), un giro nei camerini e sul tour bus, ed un dettagliato racconto di una sua giornata tipo in tour, con tanto di esercizi preparatori per la voce! A seguire, “A Fortune in Lies” (sempre stupenda), ed una “Peruvian Skies” a dir poco unica: al suo interno trovano spazio, infatti, estratti da “Wish you were here” dei Pink Floyd e “Wherever I may roam” dei Metallica!

4- Londra: la serata dell’Hammersmith Apollo è già stata immortalata sul DVD Official Bootleg “Dark side of the moon”; in quella serata, infatti, il secondo tempo del concerto dei nostri fu la riproposizione per interno dell’immortale classico dei Pink Floyd. Queste nostre riprese ci offrono una succulenta intervista con Mike Portnoy, sulla sua passione per le covers, un estratto da “Money” del succitato capolavoro dei Pink Floyd, ed una intensissima “The spirit carries on”, ormai un classico della discografia dei Dream Theater, qui impreziosito dalla presenza della bravissima Theresa Thompson, già guest su “Scenes from a Memory”.

5- Roma: ultimo, e non a caso, uno show già entrato nella storia. È il 31 ottobre, ossia la notte di Halloween, e i nostri hanno qualche sorpresa in serbo: ma andiamo con ordine. È il bravissimo Jordan Rudess, dita magiche e aplomb da gentleman inglese, a mostrarci il suo arsenale, a raccontarci la vita in tour e a deliziarci con piccole curiosità. Subito dopo, però, spazio alla musica, e che musica! Intanto, una nota doverosa al pubblico di Roma: semplicemente devastante! Gli italiani surclassano le altre crowds quanto a energia, voce ed entusiasmo: non c’è partita! Quanto ai pezzi, due chicche: “These Walls”, ultima song di “Octavarium” a non essere ancora stata immortalata in video (con un LaBrie un po’ calante, capita) ed un medley da capogiro: “Pull me Under”, ormai storico anthem della band cantato a squarciagola dai fans, si trasforma a metà strada in “Metropolis pt.1”! Il pubblico è in visibilio, ma non è finita: nel bel mezzo della famosa parte strumentale “impossibile”, si spengono le luci: 10 secondi e i nostri ripartono da dove si erano fermati, ma con addosso delle maschere horror di carnevale! La gente è in estasi, i Dream Theater suonano mascherati e poi si divertono a farsi i versi da soli con gli strumenti, mentre James ringrazia la folla, prima di attaccare l’ultima strofa. Strepitoso!

Tirando le somme, un DVD davvero bello, per contenuto, qualità del prodotto, scaletta proposta e curiosità. I Dream Theater si confermano un gruppo disponibile e simpatico, ed il lavoro dei Fanclubs ufficiali è stato semplicemente strepitoso. Complimenti!
Recensione a cura di Pippo 'Sbranf' Marino

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.