Copertina 7

Info

Genere:Gothic Metal
Anno di uscita:2009
Durata:57 min.
Etichetta:Zero Effect Records

Tracklist

  1. OUVERTURE: THE WALKING WHISPERS
  2. IN DEVIL'S EMBRACE
  3. FLY TO DIE
  4. SILENT ESSENCE (DANCING ON A LAKE OF SCREAMS)
  5. PERFECT ENEMY
  6. CRYSTAL TEARS
  7. BLACK HEAVEN
  8. SHE AND HER DAKNESS
  9. SACRYLEDIA
  10. TI SENTO
  11. A GHOST WITHIN

Line up

  • Luana Imperatore: vocals
  • Daniele Pagnotta: guitars, vocals
  • Mauro Antonelli: drums
  • Manuel Romeo: bass
  • Marco Righi: keyboards

Voto medio utenti

Forse è passato un po' più di tempo di quanto ci si poteva aspettare, ma finalmente i Maledia danno seguito al demo "Black Heaven", uscito nel 2005, direttamente con il loro esordio sulla lunga distanza, "She And Her Darkness".
Buona partenza, dopo l'introduttiva "Ouverture: the Walking Whispers", con "In Devil's Embrace", un brano che, grazie anche alla voce da soprano di Luana Imperatore, rinnova il forte legame con gruppi come Nightwish, After Forever e sopratutto Epica, anche se, forse per la vena drammatica che tende ad emergere dalle composizioni, talvolta viene da pensare ai primi Theatre of Tragedy.
Si poteva invece fare qualcosina di meglio sugli intrecci corali presenti su "Fly to Die" e pure per alcuni suoi passaggi un po' troppo caotici. Le note di piano, uno degli aspetti caratteristici dei Maledia assieme alla voce di Luana Imperatore, ci accompagnano poi anche lungo una "Silent Essence" che si rivela meno azzardata ma che tende a perdersi in qualche leziosità di troppo, un po' come avviene per la conclusiva e fortemente atmosferica "A Ghost Within". Le cose vanno decisamente meglio con la vivace "Perfect Enemy", la sinuosa e corale titletrack, l'aggressiva "Sacryledia" e l'energica "Black Heaven", unica sopravvissuta dal già citato demo, dove possiamo registrare i miglioramenti da parte del chitarrista Daniele Pagnotta nei passaggi vocali che lo vedono fare da controparte a Luana Imperatore.
Ed a propositi di voce maschile, da segnalare quella dell'ospite Roberto Tiranti sulla riuscita cover di "Ti Sento", canzone portata al successo dai Matia Bazar, e che lo stesso cantante aveva già affrontato con i Labyrinth nella versione in lingua inglese ("I Feel You") presente su "Sons of Thunder" (2001).

Il passaggio da demo ad uscita ufficiale è impegnativo e non sempre facile, ed i Maledia non ne escono spiazzati.
Ad ogni modo stesso voto e commento finale di tre anni fa: "bravi ma rimane da affinare qualcosa..."
Recensione a cura di Sergio 'Ermo' Rapetti

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.