Copertina 8

Info

Anno di uscita:2014
Durata:47 min.

Tracklist

  1. PROFESSIONAL HELP
  2. FREAK OF THE WEEK
  3. SLOPPY
  4. GOODY GOODY
  5. (SAVING UP FOR AN) ANAL BLEACH
  6. PRIVATE PROPERTY
  7. THE MATHEMATICS OF DEFEAT
  8. I DON'T WANT TO GOLF
  9. HIDE
  10. COME BACK TO COMEBACK
  11. RANKS OF THE TERRIFIED
  12. ONCE UPON A TIME IN SCANDINAVISTAN

Line up

  • Mattias "IA" Eklundh: vocals, guitar
  • Christer Örtefors: bass guitar
  • Björn Fryklund: drums

Voto medio utenti

Prejudice, ignorance
The whole nine yards
Surrounded by a swarm of wicked retards
All odds against you
Situation no win
Don’t give in! Don’t give in!
Don’t give in! Don’t give in!

Becky, dear Becky...
Organic, FK


CWP accompagna un'epifania fosfenica senza carbone nè mal di denti.
Cosa?
Boh!
Potrebbe apparire qualche entità, collassare qualche funzione d'onda lunga metri
e/o
accadere che anche in Italia ci si accorga degli Swedesoni in questione.

L'ottavo album dei F.K. è il miglior anticapriccio in rock del settembre in corso.
Mattias è un fenomeno. Uno dei pochi che, dalla cicogna, trasforma il cavolo (a cui è destinato) in marzapane.
Di +
"IA" è un alchimista postmoderno.
Se non li conosci è normale. Dopo "Once Upon A Time In Scandinavistan" sobbalza a ritroso negli altri dischi. Liberamente!
Partire da qui per srotolarne i trascorsi potrebbe essere un privilegio. Condividilo.
Scopri come il genialoide Mr. Tassello abbia vinto un passaggio sul palco, per qualche interminabile sublime minuto, con il mentore in corde.
Nuovo giro nuova corsa: la lista di solos. collaborazioni e invenzioni è troppotroppotroppo lunga da incollare qui
Segnalo meno possibile:
https://www.youtube.com/watch?v=GvKFCGqdNeM
Art Metal
Needlefeast dei SoilWork...
Giostratevi a vostro gusto.

0) la copertina è stupenda
Juanjo Guarnido in the Freak Kitchen
Artista
Segui già
3.939 "Mi piace"

1) iniziamo con classe: mi basta sentire il tocco di M. per spegnere i contatti col circostante e iniziare a fare le fusa tiroidee, la pronuncia va e viene e se vi tornano in mente vecchi Evergrey siete sulla strada giusta per
Gothenburg.

2) tabla, voci che tornano dopo assoli deliziosi, tanto gusto e qualche apertura ariosa come nelle concertazioni jazz che i nostri non lesinano dalle loro parti. Si fa sul serio.

3) I do comics (ello dice)...https://www.youtube.com/watch?v=MM1f1vMA60Q
Li amo! ...tanta roba. Quasi troppa e la II metà di Sloppy è la colonna sonora di un flipper-game divinatorio.

4) comunque le parole stanno a poco. Ascoltate con le vostre orecchie.
1936... non Vi svelo altro. Da imporre nei bar

5) L'atmosfera si fa seria: si twitta e pare che ci sia da incontrare la/il propria/o ex - meno ex - per chiudere un conto materico fastidioso.
Evoluta e sobria.
Andrà in mansarda con il ritratto di Dorian o:" riusciamo a salvarla dalle polveri dell'intelletto pacioccoso?"

6) sembra una di quelle canzoni da palazzetto americano
(Anzi da sogno di suonarci liceali mentre si riempe in time lapse)
"un capolavoro di giovani che incidono per Bon Jovi"
Quel che resta è una canzone speciale. Da tutelare.

7) Ark? forse... leggeri anzi leggiadri.
Dal quarto ascolto incombe la dipendenza.
Canzone per congedarsi dal più sublime abbandono (chi ha detto "la solitudine di Monica Vitti?"
smetta di tacere e inizi il tortuoso percorso di asserzione di Sè)
Pace onore e amore a Chi va e a chi resta... dedicata a chi tra le righe sta annaspando in pain.

8) no, no adesso al club non ci scendo.
Lo recita anche il rit. Primi minuti discutibili, assoli, geni.

9) ecco un altro motivo che me li fa stimare da lustri.
M'inchino ancora e saluto colla manina della regina chi con Organic si è anche innamorato. Correva l'anno...

10) Basso.
A tratti intuppante come il biscottone della nonna con il burro di tutto il rione. Beveteci molto. L'anno torna.
Per i rambo che mollano la presa e si lasciano inermi tra gli odori di primule. https://www.youtube.com/watch?v=YM1xf3BJhCw

11) tripudio di note
Rimane il fatto che CWP non piacerà a caso e nemmeno a tutti. Vado a stendere

12) 0!=1. Per definizione.

Divertiti e divertenti.
Unici e inimitabili.

Recensione a cura di Marco Pastagakio Regoli

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 06 ott 2014 alle 10:15

Ennio? ne parlavamo giusti ieri di sta band...questo a mio avviso è un album bello bello...la recensione di Pastagakio è come sempre molto chiara e rivelatrice O____o ...straquoto le ultime 2 frasi! Ciao! Confermo quanto ho scritto nei commenti dell'altra recensione per risponderti: bello e orecchiabile, senza dubbio. Ma siccome mi devo dare le arie da "maledetto" ;-) il loro essere diretti e scanzonati non sempre mi va a genio. Però, lo devo ribadire, non li conosco tantissimo, prendete le mie affermazioni con un intero set di pinze.

Inserito il 06 ott 2014 alle 08:37

Ennio? ne parlavamo giusti ieri di sta band...questo a mio avviso è un album bello bello...la recensione di Pastagakio è come sempre molto chiara e rivelatrice O____o ...straquoto le ultime 2 frasi!

Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.