Archivio delle recensioni

Crypta - Echoes Of The Soul

Fernanda Lira e Luana Dametto , rispettivamente basso/voce e batteria della penultima incarnazione delle brasiliane Nervosa , hanno deciso di andarsene dalla band con cui si sono fatte le ossa e di fondare le Crypta per suonare death metal. Le Crypta sono state fondate con la stessa filosofia delle nervosa: “ SOLO DONNE ”, e per questo le chitarriste coinvolte sono la Youtuber Sonia Anubis... »

DeWolff - Wolffpack

È uscito a Febbraio, ma è difficile pensare a un album più estivo di “Wolffpack” . Attacca “Yes I Do” e vorresti essere su una highway americana con il vento caldo tra i capelli (come sempre, per chi ce li ha) senza una destinazione precisa. Il sound del trio olandese è sempre molto riconoscibile, un southern rock nostalgico ma inattaccabile venato di blues e psichedelia dominato dalle chitarre... »

Lum - L’Feu e la Stria

In questo 2021 tra le varie realtà musicali che si affacciano nella scena musicale, vede l’esordio dei Lum , due piemontese dedito ad un Black Metal molto “raw” certo, ma al tempo stesso melodico e con una vena malinconica che ben si sposa sulle atmosfere che i due vogliono ricreare. In effetti Torino (ma non solo lei, in effetti questo discorso si potrebbe estendere a tutta la penisola) ha sulle sue spalle una storia molto... »

Angelwings - Primordium

Gli Angelwings hanno l'invidiabile primato di essere la prima symphonic metal band della Gibilterra. La Gibilterra ! Sì, la Gibilterra, piccola lingua di terra a ridosso dell'omonimo stretto, geograficamente in territorio spagnolo ma ufficialmente una colonia britannica. La Gibilterra, dove si parla uno strano miscuglio di inglese, spagnolo e dialetti locali (lo llanito ), dove le influenze marocchine sono... »

Wooden Veins - In Finitude

In Finitude in pochi ascolti arriva dove il bosco si mangia addirittura i carciofi. Ci vogliono molte ore di pratica per scegliere tra distinto e discreto. La struttura portante regge voti e vicissitudini, cosí come i rovi mettono fine alle sterili zolle dei contadini, traditi dall'azoto di stato. Album intelligente e capace di non cadere né in braccio ai Katatonia né sui ceppi dei Soen. Star tra Cure e The Provenance... »

Upper Lip - Deep Within

Vengono dall’isola di Malta, sono 5 ragazzi pieni di energia, e il loro obiettivo è fare un po’ di sano rock and roll con tinte glam. Potrei anche chiudere qui la recensione, ma di “Deep Within” , allbum di debutto degli Upper Lip , voglio parlarvene nel dettaglio, e non solo per pura formalità ma perché è proprio un gran bel disco. Se infatti molte band, vecchie e nuove, attuano nella loro carriera, o... »

Triton Devs - Stay Alive

" Triton Devs " non è altro che il progetto del chitarrista Blacky Lee Stone , che non ho il piacere di conoscere personalmente, sul quale la label non fornisce info approfondite, e di cui mi risulta, in base alle mie ricerche online, una provenienza tutta italiana, a dispetto del nome. Se sia vero o meno non ho modo di verificarlo ( anzi Blacky, se ci leggi, saremmo più che felici se potessi confermare/smentire... »

Anatomia - Corporeal Torment

A tenere alto il vessillo del doom/death nella terra del Sol Levante non ci sono solamente i Coffins: i giapponesi Anatomia infatti in 20 anni di attività si sono dimostrati attivissimi dal punto musicale ed hanno inanellato soprattutto una serie di collaborazioni e split che ne hanno "gonfiato" a dismisura la discografia. "Corporeal Torment" infatti è solamente il quarto full length dei nipponici e ci mostra... »

Hanging Garden - Skeleton Lake

E se, dopo tanto tribolare e peregrinare, l’approdo finale degli Hanging Garden si trovasse proprio a Lago Skeleton ? Cerchiamo di chiarire il punto: non è questa, a parere di chi scrive, la vetta discografica della compagine finnica (volgerei piuttosto lo sguardo in direzione di “ At Every Door ”); tuttavia, ritengo che il settimo full length dei Nostri possa rappresentare l’agognata quadratura del cerchio in... »

Brother Against Brother - Brother Against Brother

Approda in Frontiers Music un altro progetto musicale, che stavolta vede uniti i due cantanti brasiliani Nando Fernandes , ex Sinistra e Lightning Strikes, e Renan Zonta degli Electric Mob. Onestamente non so mai cosa aspettarmi quando mi approccio a collaborazioni del genere, fra due cantanti diversi l’uno dell’altro, se un lavoro apprezzabile, o un po’ un pasticcio generale. Diciamo che questo disco omonimo dei “Brother... »

« Precedente Seguente »

Filtri

23082 recensioni trovate con questi criteri