Copertina 5

Info

Genere:Heavy Metal
Anno di uscita:2009
Durata:50 min.
Etichetta:Autoprodotto

Tracklist

  1. THE BEGINNING OF THE END - PART 1
  2. THE BEGINNING OF THE END - PART 2
  3. BLACK MASQUERADE
  4. METAL REVOLUTION
  5. FIELD OF CROSSES
  6. FUNERAL FOR A VIKING
  7. CHROME HEART
  8. CHARIOT OF THOR
  9. FORGING METAL
  10. THE FACES OF ILLUSION

Line up

  • Arthur Migotto: vocals
  • Fabio Nakahara: bass
  • Julio Bertin: guitars
  • Cadu Madera: drums

Voto medio utenti

Cercate un clone dei Manowar? Bene, ve ne abbiamo trovato uno brasiliano! Non vi interessa l’argomento? Cambiate pure recensione, perché questi Hazy Hamlet fanno esattamente ciò che Eric Adams e soci vanno predicando da anni! Metallozzo potente, rozzo, epico e guerresco, inni al dio metallo uno via l’altro, con un’impostazione che sembra fotocopiata da quella dei Manowar, se non fosse per la voce di Arthur Migotto, potente ma su toni medio-bassi, ed un momento ispirativo discutibile, vista la ripetitività ossessiva dei riffoni presenti in queste dieci tracce.

Mi è piaciuto, ordunque, questo albun d'esordio? No. Troppo statico, monocorde, tutto uguale a se stesso, ma a questo punto potrebbe intervenire il metallaro medio, a ricordarmi come certa musica non necessita di ispirazioni, variazioni continue; e così, cari lettori, mi tocca cospargermi il capo di cenere: se appartenete a quella (folta) schiera avete ragione voi, e brani come “Metal Revolution”, “Funeral for a Viking”, “Chariot of Thor” saranno pura manna nelle vostre gole assetate di metallo. Per tutti gli altri, convinti che non basti un bel paio di mutandoni di pelle ed uno spadone a fare un gruppo metal, pregasi cercare altrove.
Recensione a cura di Pippo 'Sbranf' Marino

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 22 apr 2010 alle 03:25

secondo me sto disco è una figata :D ora lo ascolto e poi vediamo! ;)

Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.