Copertina 7,5

Info

Genere:Black Metal
Anno di uscita:2018
Durata:36 min.
Etichetta:Flowing Downward

Tracklist

  1. WIND OF REMINISCENCE
  2. AS I WATCH THE SUNSET FADE
  3. BACK TO REALITY
  4. DISCONNECTED
  5. JOY NIGHT
  6. A REFLECTION OF DYING PAST
  7. SIGH

Line up

  • Abstract Void

Voto medio utenti

Sembra incredibile ma anche il web, nella sua ormai quotidiana inarrestabile invasività, a volte non riesce a toccare le esistenze di tutti.
Il progetto Abstract Void, di cui si sa poco o nulla se non che trattasi di one man band, nasce e si sviluppa al di fuori della griglia in cui tutti viviamo le nostre esistenze, un moderno sig. Anderson (a.k.a. Neo) in continua ricerca.
Non so bene per quale strana combinazione sia toccato a me il loro secondo disco "Back to Reality" (Flowing Downward), quello che so adesso -dopo moltissimi ascolti- è che senza sarei in un certo senso più povero.
E non è stato amore a prima vista, ricordo di aver pensato dopo un solo passaggio nel lettore: "Ma che è 'sta roba???" con la tipica aria saccente del metallaro quarantenne che pensa di poter giudicare correttamente già di primo acchito, forte di migliaia di dischi ascoltati. Ma già dopo poco stavo facendo ripartire "Wind of Reminiscence", l'opener, mosso più che da mera curiosità o voglia di conferma dell'immediato verdetto.
Ed è a quel punto che mi sono perduto nella dimensione in cui gli Abstract Void vogliono condurre chi ascolta, un mondo sospeso tra l'oscurità del reale e quella del freddo universo digitale.

"Back to Reality" è il gelo dei riffs del black metal, dello scream disperato miscelato con il synth pop e le batterie elettroniche degli anni '80, è la darkwave dei Clan of Xymox che incontra il blackgaze, è John Carpenter sui ritmi ballabili di Robert Miles, è metal estremo unito a sonorità dance in una lotta senza vincitori nè vinti.
L'artista celato dal monicker Abstract Void ha realizzato un album in cui riversare i propri pensieri su quanto siano oscuri i piani in cui l'uomo oggi vive, quello reale e quello digitale, e così facendo ha creato un lavoro in grado di emozionare profondamente chiunque sia abbastanza aperto da guardare oltre certe barriere.
A tutti questi ricercatori musicali, che non si fermano se un disco etichettato come "black metal" o "blackgaze" rientra solo marginalmente in queste categorie, vada il mio sincero invito a procurarsi presto "Back to Reality".
"Ma che è 'sta roba???"...beh, questa roba è un grande disco.

Abstract Void - "Back to Reality" (full album)

Recensione a cura di Alessandro Zaina

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 12 nov 2018 alle 13:49

Complimenti Ale per come hai saputo descrivere un album così bello e così particolare.. per me ora semplicemente “necessario”.. grazie!

Inserito il 12 nov 2018 alle 11:15

Troppo buono Frank ;-)

Inserito il 12 nov 2018 alle 10:39

Complimenti per il coraggio e la sincerità, Ale :) Come ci siamo già detti, è una band assolutamente originale e audace, poi possono piacere o meno, dipende dalla nostra apertura mentale.

Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.