(Frontiers Music)Circus Maximus - Havoc In Oslo

Copertina Nati come una prog metal band “tout-court” all’inizio del nuovo millennio - ricordo ancora quando nel 2005 la stampa specializzata li vendeva come “quello che i Dream Theater non fanno più” - nella loro (poco prolifica) carriera i Circus Maximus hanno cambiato tante pelli prima di arrivare a essere ciò che sono oggi: una formazione “né carne, né pesce” indecisa se intraprendere la via del progressive tecnico “vecchia scuola” o se spingere sulla componente melodica/AOR della propria proposta (difficilissimo equilibrio raggiunto solo dagli svedesi Seventh Wonder).

Il qui presente “Havoc In Oslo” nasce per celebrare il recente - e, a giudizio di scrive, molto sovrastimato - full-length “Havoc”, eseguito (quasi) per intero nella capitale norvegese nel Febbraio del 2016. Non mancano ovviamente altri brani presi della discografia del quintetto (in particolare dall’album “Nine”) e va da sé che performance e produzione sono quanto di meglio ci si possa aspettare da un’uscita di questo tipo.

Ecco allora che il live in oggetto diventa una specie di “best of atipico” dei Circus Maximus, con episodi un po’ per tutti i gusti: “Namaste” o “Abyss” mettono a sistema Symphony X e Threshold, “The One” è groovy e tecnica allo stesso tempo, “Highest Bitter” rievoca i Kamelot di Roy Khan, “Arrival Of Love” e “I Am” suonano Eighties che più non si può, “Loved Ones” è zuccherosa in maniera accettabile e così via. Niente spicca veramente (forse giusto la dreamtheateriana “Sin” - l’unico brano tratto da “The 1st Chapter” - o “Chivalry” - tra le cose migliori del sopraccitato “Havoc”) e questo mi fa dire che i due CD che accompagnano il DVD/Blu-Ray sono sostanzialmente inutili. Da quello che gira on-line (i video completi non li abbiamo ricevuti, ndr) è proprio la ripresa del concerto in alta definizione a rendere interessante l’opera pubblicata da Frontiers Music.

Interessante sì, ma non imprescindibile.

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?

Genere: Progressive Metal
Anno di uscita: 2017
Durata: 85 min.
Tracklist:

  1. FORGING
  2. NAMASTE
  3. THE ONE
  4. THE WEIGHT
  5. HIGHEST BITTER
  6. ARCHITECT OF FORTUNE
  7. ARRIVAL OF LOVE
  8. LOVED ONES
  9. SIN
  10. HAVOC
  11. PAGES
  12. ABYSS
  13. I AM
  14. CHIVALRY
  15. GAME OF LIFE

Line up:

  • Michael Eriksen: vocals
  • Mats Haugen: guitars
  • Lasse Finbråten: keyboards
  • Glenn Møllen: bass
  • Truls Haugen: drums

Voto medio utenti: Nessun voto

SV
Recensione a cura di
Gabriele Marangoni
In vendita su EMP
Copertina
16.99 € / CD
Copertina
Copertina
13.99 € / 2-CD
Copertina
17.99 € / CD (DigiBook, Ed. Limitata)
Dello stesso genere
Copertina Under Radio
Under Radio
(Lion / 2002)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Threshold
Legends Of The Shires
(Nuclear Blast / 2017)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Lucassen Arjen A.
Star One - Space Metal
(Inside Out / 2002)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Votum
Metafiction
(Mystic Production / 2009)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading