Mayhem

Foto
Logo

Info

Nazione:Norvegia
Attività:dal 1984

Line up

  • Necrobutcher: bass
  • Hellhammer: drums
  • Attila Csihar: vocals
  • Teloch: guitars
I norvegesi Mayhem possono essere considerati come pochi altri i padri fondatori e veri e propri leader di un intero movimento: quello del black metal. Non si può in alcun modo separare l'aspetto musicale dalle vicende che hanno coinvolto il gruppo, tra fatti sanguinosi e strani avvenimenti che hanno da sempre avvolto la band in un alone misterioso e impenetrabile. Agli esordi il trio composto da Euronymous, Necrobutcher e Mannheim ha reinventato il thrash metal in stile teutonico velocizzandolo, rendendolo ancora più feroce e tagliente, accompagnandolo a testi di rara violenza. Il risultato è stato immortalato sull'EP "Deathcrush" del 1987, che è universalmente considerato un pezzo fondamentale nella nascente evoluzione del black.

Dietro al microfono si alternano prima Messiah e successivamente Maniac, fino all'ingresso in formazione dell'eccentrico svedese Dead quasi contemporaneo a quello del talentuoso batterista Hellhammer. In questo periodo la band si costruisce una solida reputazione grazie a esibizioni live dal forte carisma, con teste di maiale impalate e gli episodi di autolesionismo da parte di Dead, che in più di una occasione si provoca profonde ferite rischiando addirittura la morte. La troverà nel 1991 con il suicidio, sparandosi un colpo di fucile alla testa dopo aver provato a tagliarsi le vene. Attorno a Euronymous e ai suoi Mayhem nascono numerose leggende, con il leader della band che preleva pezzi di teschio per farne collanine da regalare agli amici e addirittura conserva in frigorifero frammenti di cervello da mangiare per poter dire di essere veramente un cannibale. Misteri che finiscono nella tomba con il suo omicidio nel 1993 a opera di Varg Vikernes (mastermind del progetto Burzum), causato da uno scontro per motivi ancora non universalmente chiariti.

Nonostante le defezioni, nel 1994 esce il vero capolavoro della band norvegese: "De Mysteriis Dom Sathanas", con lo stralunato singer ungherese Attila Csihar dietro il microfono, contiene pezzi registrati negli anni precedenti e per una strana ironia della sorte vede nella stessa formazione la vittima Euronymous alle chitarre e il carnefice Grishnack al basso. Questo nonostante le volontà della famiglia del defunto, che aveva chiesto a Hellhammer di ri-registrare le parti incise da Vikernes, promessa che non venne però mai mantenuta.

Allo scioglimento del 1993 segue una reunion nel1995, con una formazione rinnovata che vede l'inserimento di Blasphemer alla chitarra. Il primo studio album dopo la rifondazione non incontra del tutto il favore del pubblico: "Grand Declaration of War" (2000) si sposta verso coordinate quasi industrial che ricordano vagamente il tentativo fatto dai connazionali Satyricon con "Rebel Extravaganza". "Chimera" del 2004 e "Ordo Ad Chao" del 2007 consolidano questa nuova veste progressiva dei Mayhem, pur rappresentando un ritorno alle origini in quanto a potenza e brutalità.

Nel 2008 il chitarrista Blasphemer ha annunciato l'addio alla band, mettendone allo stesso tempo in stand-by l'evoluzione futura.

Discografia

Copertina 6
Esoteric Warfare (Season of Mist / 2014) 

1. WATCHER / 2. PSYWAR / 3. TRINITY / 4. PANDAEMON / 5. MILAB / 6. VI.SEC. / 7. THRONE OF TIME / 8. CORPSE OF CAR / 9. POSTHUMAN / 10. AION SUNTELIA

Copertina
Ordo Ad Chao (Season Of Mist / 2007) 

1. A WISE BIRTHGIVER / 2. WALL OF WATER / 3. GREAT WORK OF AGES / 4. DECONSECRATE / 5. ILLUMINATE ELIMINATE / 6. PSYCHIC HORNS / 7. KEY TO THE STORMS / 8. ANTI

Copertina 6,5
Chimera (Season of Mist / 2004) 

1. WHORE / 2. DARK NIGHT OF THE SOUL / 3. RAPE HUMANITY WITH PRIDE / 4. MY DEATH / 5. YOU MUST FALL / 6. SLAUGHTER OF DREAMS / 7. IMPIOUS DEVIOUS LEPER LORD / 8. CHIMERA

Copertina 8
Grand Declaration Of War (Season of Mist / 2000) 

1. A GRAND DECLARATION OF WAR / 2. IN THE LIES WHERE UPON YOU LAY / 3. A TIME TO DIE / 4. VIEW FROM NIHIL (PART I OF II) / 5. VIEW FROM NIHIL (PART II OF II) ...

Copertina 7
Mediolanum Capta Est (Avantgarde Music / 1999)  Past

1. SILVESTER ANFANG / 2. DEATHCRUSH / 3. FALL OF SERAPHS / 4. CARNAGE / 5. NECROLUST / 6. ANCIENT SKIN / 7. FREEZING MOON / 8. SYMBOLS OF BLOODSWORDS / 9. FROM THE DARK PAST / 10. CHAINSAW GUTSFUCK ...

Copertina
Wolf's Lair Abyss (Misanthropy Records / 1997) 

1. THE VORTEX VOID OF INHUMANITY / 2. I AM THY LABYRINTH / 3. FALL OF SERAPHS / 4. ANCIENT SKIN / 5. SYMBOLS OF BLOODSWORDS

Copertina
Dawn Of The Black Hearts (Warmaster Music / 1995) 

1. DEATHCRUSH / 2. NECROLUST / 3. FUNERAL FOG / 4. FREEZING MOON / 5. CARNAGE / 6. BURIED BY TIME AND DUST / 7. CHAINSAW GUTSFUCK / 8. PURE FUCKING ARMAGGEDON ...

Copertina
De Mysteriis Dom Sathanas (Deathlike Silence Records / 1994)  Past

1. FUNERAL FOG / 2. FREEZING MOON / 3. CURSED IN ETERNITY / 4. PAGAN FEARS / 5. LIFE ETERNAL / 6. FROM THE DARK PAST / 7. BURIED IN TIME AND DUST / 8. DE MYSTERIIS DOM SATHANAS

Copertina
Live In Leipzig (Obscure Plasma Records / 1993)  Past

1. DEATHCRUSH / 2. NECROLUST / 3. FUNERAL FOG / 4. THE FREEZING MOON / 5. CARNAGE / 6. BURIED BY TIME AND DUST / 7. PAGAN FEARS / 8. CHAINSAW GUTSFUCK / 9. PURE FUCKING ARMAGEDDON

Copertina
Deathcrush (Posercorpse Music / 1987)  Past

1. SILVESTER ANFANG / 2. DEATHCRUSH / 3. CHAINSAW GUTSFUCK / 4. WITCHING HOUR / 5. NECROLUST / 6. MANHEIM/PURE FUCKING ARMAGEDDON

Interviste

Non sono ancora presenti interviste per questo gruppo

Live report

Non sono ancora presenti live report per questo gruppo
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.