(Avantgarde Music)Ofdrykkja - Irrfärd

Copertina "Ofdrykkja" è una parola che vuol dire "bere eccessivamente".
Sin dal monicker scelto abbiamo un indizio sul concept intorno al quale il gruppo svedese costruisce la sua musica: l'alcol è un rimedio alla disperazione, al male di vivere, all'odio per se stessi.
Anche se peggiora tutto.
Questo album, il secondo, è un costante peggiorare verso il niente.
Depressive Rock e Depressive Black Metal in una unica colata di dolore.
Questo è ciò che suonano gli Ofdrykkja e lo fanno dannatamente bene, anzi male perché in queste note vive tutto ciò che è malato, tutto ciò che conduce inevitabilmente verso la fine, verso il buio, verso quei luoghi dai quali non si torna indietro.
Tanti, tantissimi, gruppi si sono cimentati e si cimentano con queste sonorità disperate, ma solo pochi riescono realmente ad esprimere la sofferenza, a farti sentire l'odore del sangue delle proprie ferite, a farti vomitare per la nausea di vivere, a farti assaporare l'asprezza delle lacrime.
Un album del genere è la pura catarsi del dolore, il vostro e quello dei suoi autori.
Risulta inutile, e superficiale, parlare della tecnica strumentale, della produzione (ottima), delle vocals rabbiose o quasi sussurate, dei mid tempos angoscianti, delle chitarre piagnucolanti, degli arpeggi tristi... qui conta solo ed esclusivamente la sofferenza resa come meglio non si potrebbe fare perché chi la sta dipingendo la sta anche vivendo.
Siamo al cospetto di un disco spaventoso, dal quale non uscirete più come prima... se ne uscirete.
Io amo la disperazione in musica e ringrazio gli Ofdrykkja per avermene regalato un esempio magnifico attraverso i lunghi ed emozionanti brani di "Irrfärd".

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Avatar Inserito il 19 dicembre 2017 alle 08:21

Sublime, sognante e struggente. Bravo Beppe!

Leggi la discussione completa

Genere: Black Metal
Anno di uscita: 2017
Durata: 61 min.
Tracklist:

  1. IRRFÄRD
  2. EN VANDRARES BÖRDA
  3. GENERATIONS OF HURT
  4. EN FRAGMENTARISK RESA GENOM TIDSRYMDEN
  5. MOTHER EARTH, DEVOUR ME
  6. UNGDOMSSÅR
  7. BENEATH A STARLIT SKY

Line up:

  • Drabbad: guitars
  • Pessimisten: vocals
  • The Associate: piano

Voto medio utenti: Nessun voto

8
Recensione a cura di
Beppe 'dopecity' Caldarone
In vendita su EMP
Copertina
39.99 € / Copripiumino (nero, 100% cotone, con stampa, 135 x 200 cm/80 x 80 cm)
Copertina
23.99 € / DVD & 2-CD (DigiBook, Ed. Limitata)
Copertina
9.99 € / 2-CD (Ed. Limitata)
Copertina
24.99 € / Disco Blu-Ray
Dello stesso genere
Copertina Jute Gyte
Ritenour's Earth
(Jeshimoth Entertainment / 2010)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Sterminio Demo
At The Gates Of Eternal Nothing
(2003)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Thantifaxath
Sacred White Noise
(Dark Descent Records / 2014)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Nachtmystium
Silencing Machine
(Century Media / 2012)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading