Copertina 8,5

Info

Genere:Gothic Metal
Anno di uscita:2007
Durata:67 min.
Etichetta:Peaceville
Distribuzione:Halidon

Tracklist

  1. ANAEMIA
  2. TRIESTEITALIANA
  3. COBALT OF MARCH
  4. BLUECRACY
  5. ARCHITHEME
  6. NASCENCE
  7. IRIDESCENCE
  8. SOUND ODYSSEY
  9. CANTUS CHRISTI
  10. ZENITH
  11. ARGENTIC
  12. DEORBIT

Line up

  • Carmelo Orlando: guitars, vocals, keyboards
  • Giuseppe Orlando drums
  • Massimiliano Pagliuso: guitars, keyboards
  • Luca Giovagnoli: Bass

Voto medio utenti

Dopo solo un anno di attesa (e tutti sappiamo quanto abbiano dovuto penare per l'uscita di Materia), è arrivato sugli scaffali dei negozi questo nuovo The Blue. Aprendo la confezione (ma anche assistendo agli ultimi concerti della band) si nota subito una novità: la presenza di un bassista in pianta stabile, Luca Giovagnoli, che abbiamo apprezzato molto sia in sede live che nel disco.
Ottimo lavoro (come sempre, oserei dire) di Travis Smith sulla copertina e nel booklet dell'album, completamente dominato dal colore blu (giustamente).
Dalle prime note di "Aenemia" (primo singolo del disco, e primo video della band) si nota subito il ritorno di sonorità più estreme già presenti in Novembrine Waltz e nei dischi precedenti ad esso.
C'è un ritorno preponderante del cantato growl da parte di Carmelo Orlando che però si unisce alla perfezione con le parti più pulite. Ecco poi "Triesteitaliana" e "Cobalt of March", bellissime anche loro. Si riconosce subito il Novembre-sound, consolidato ormai da tanti anni di esperienza. Questa accoppiata ci porta ad una delle migliori canzoni mai scritte dai nostri: "Bluecracy"; ritornello molto accattivante (infatti risulterà una delle canzoni più apprezzate in sede live dal sottoscritto), che balza subito alle orecchie, e che ci ricorda molto l'album Materia.
Canzone che speriamo verrà riproposta in ogni concerto futuro. "Architheme" scorre via che è un piacere, ed eccoci arrivare ad un altro capitolo importante di questo disco: "Nascence" che vede come ospite, la voce della ottima Francesca Iacorossi. Tutto molto emozionante, in cui si intrecciano alla perfezione le due voci di Carmelo e della stessa Francesca. "Iridescence" e "Sound Odyssey", altra accoppiata vincente, ci preparano ad uno dei momenti più alti di tutto il disco, "Cantus Christi": toccante l'inizio solo voce e chitarra classica, che però vengono subito "abbracciate" dal resto degli strumenti, sfociando poi nelle parti rabbiose che tutti noi conosciamo benem un brani che alterna violenza musicale a parti delicate e sognanti. Veramente da brividi.
"Cantus Christi" si fonde con la canzone successiva, "Zenith", pezzo strumentale, che contiene all'interno la citazione di "Come Pierrot" contenuta in "Novembrine Waltz" (...It seems so long shining bright...). Subito dopo tutto questo carico di emozioni, ecco "Argentic"; anche qui si sentono decisamente gli echi di Materia. Ottimo pezzo che rimane subito impresso. In chiusura arriva "Deorbit", capitolo finale, ma anche riassuntivo di tutto ciò che è stato detto in precedenza in questo disco e nel passato della band.
Degno finale per un disco estremamente bello e coinvolgente.
Riteniamo questo The Blue come l'unione perfetta tra Novembrine Waltz e Materia: da una parte, un'attenzione molto particolare a delle melodie che non risultano mai scontate, dall'altra la "voglia" di estremo che si è sempre respirata in tutti i loro lavori, facendo comunque un passo in avanti nella loro storia musicale.
Uno dei migliori dischi del 2007 per il sottoscritto.
Recensione a cura di k3kk0
Onirico

Come ci hanno sempre abituato, i Novembre danno alla "luce" il loro nuovo capolavoro.Tutti i brani sono personali, individuabili all'interno della tracklist ognuno con le sue peculiarità. Chiaro che ci troviamo tra le mani un disco maturo e studiato nei particolari. "Cobalt of March" una spanna sopra il resto.

I Maghi Della Tristezza Del Anima

Ottimo! E' La Parola Esatta! Bello Quanto Novembrine Waltz Ma Innovativo Quanto Materia I Novembre Compiono Nel 2007 Il Loro Miglior Lavoro! Peccato Che Sono Poco Valorizzati Qui In Italia Meritano Molto Di Piu.A Mio Parere Il Miglior Album Del 2007

maiden1976

Lo so lo so Michele. Mi spiace solo che un sito molto importante e serio come questo debba, diciamo così, "subire" dei ritardi inaccettabili ed essere superato nella pubblicazione di recenzioni di album importanti come questo dei Novembre da altre webzine di second'ordine. Ciao e alla prossima!

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 26 mar 2008 alle 13:43

bellissimo!!!

Inserito il 12 gen 2008 alle 18:25

veramente bello!!!!

Inserito il 11 gen 2008 alle 17:59

se i promo non arrivano per tempo è dura fare le recensioni, se non inventandosele :P

Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.