Copertina 6,5

Info

Genere:Gothic Metal
Anno di uscita:2011
Durata:54 min.
Etichetta:Ravenheart Records
Distribuzione:Rock N Growl Management

Tracklist

  1. MASK MANOR
  2. CHAPTER 7
  3. MORNINGSTAR
  4. LILIUM
  5. SELENE
  6. FAREWELL
  7. HIDDEN LIES
  8. ALWAYS WITH YOU
  9. INTRODUCING THE MUSE
  10. YOUR MUSE
  11. THE SILENT OPERA

Line up

  • Lady Victoria: vocals
  • Marco Clari (Rain): guitars
  • Andrean Pin (Kabal): bass
  • Loris Volcizzi (Shadow): drums

Voto medio utenti

Opera metal, già nel nome – da non confondere con l’omonima band francese - questa band tutta italiana si presenta con Immortal Beauty. Già agli inizi della carriera sono costretti a fare i conti con i primi abbandoni: via voce e basso, e adesso l’arduo compito di sostituire Lady Victoria spetta ad Ambra Gerussi, pseudonimo “Aria”.
L’album, come spesso accade in questo genere, è infatti costruito sulle potenzialità vocali della cantante; stavolta incontriamo un soprano lirico di coloratura. Nel complesso il lavoro è riuscito bene e le parti strumentali non sono per nulla eclissate dal cantato che, anzi, si integra molto bene soprattutto con le chitarre su cui spesso poggia regolarmente. Sintetizzatori (indovinate?) modalità “organo” e arie fin troppo tristi e malinconiche.
“Mask manor” e “Chapter 7”, le prime tracce, destano subito curiosità introducendo un ritmo incalzante e ben ritmato; i Silent Opera hanno deciso di riproporre “Morning Star”, pezzo molto orecchiabile che sa di già sentito, e non solo perché tratto dal loro primo demo. Più apprezzabile “Lilium” (qui il video ufficiale), il vero connubio tra le diverse componenti della band.
Il miglior pezzo di Immortal Beauty è senza dubbio “Your Muse” con l’aggiunta di vocals al maschile, superflua invece l’intro che la precede.
Indovinata la scelta di introdurre parti in latino e in italiano (che rimandano, vagamente sia chiaro, a Puccini) in “Selene”.
Pienamente sufficiente, anche se ma manca qualcosa. Certo ora resta da vedere cosa Aria, la nuova cantante, riuscirà a fare (e speriamo faccia anche meglio di Lady Victoria) sulle tonalità di Immortal Beauty.

Un loro concerto dal vivo forse sarebbe un po’ noioso per i più. Magari seduti comodamente a teatro invece….
Recensione a cura di Salvatore Sanzio

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.