Copertina 7

Info

Genere:Gothic Metal
Anno di uscita:2010
Durata:18 min.
Etichetta:Peaceville Records

Tracklist

  1. THE LONGEST YEAR
  2. SOLD HEART
  3. DAY AND THEN THE SHADE (FRANK DEFAULT REMIX)
  4. IDLE BLOOD (LINJE 14)

Line up

  • Jonas Renkse: vocals
  • Anders "Blakkheim" Nyström: guitars
  • Daniel Liljekvist: drums

Voto medio utenti

A distanza di pochissimi mesi dall'uscita dell'ultimo "Night Is The New Day", tornano i Katatonia di Jonas Renkse e questa volta lo fanno con un EP dal titolo "The Longest Year", contenente l'omonima canzone già presente sull'ultimo studio album posta in apertura. La successiva ed inedita "Sold Heart" ci sonsegna ancora una volta dei Katatonia intimisti, melancolici, soffusi che come nel recente passato flirtano con tastiere moderne e atmosfere siderali rese in maniera eccelsa dagli inserti elettronici orami costanti nell'ennesimo nuovo corso della band. Un brano quindi molto vicino alla produzione meno datata del gruppo, che riesce a farsi apprezzare pur non risultando certo uno dei momenti più alti della folta discografia degli svedesi. Le successive "Day And Then The Shade" e "Idle Blood" rappresentano senza dubbio l'aspetto più interessante e succulento di questo EP, dal momento che altro non sono se non la versione remixata (la prima ad opera di Frank Default, la seconda curata da Linje14) degli omonimi brani contenuti in "Night Is The New Day": in questa nuova veste il lato elettronico/dark dei brani viene spinto al limite, richiamando spesso i Depeche Mode in quanto a mood, e non risultando assolutamente un'operazione sconclusionata o fuori contesto (d'altronde anche nelle versioni originali si percepisce l'influenza della band di Dave Gahan), bensì molto naturale e congeniale al mood delle canzoni. La musica dei Katatonia, dopo i vari remix effettuati per mano di artisti come Krister Linder 2012, si dimostra quindi ancora una volta molto duttile e si presta molto bene a manipolazioni di questo tipo, senza mai sfociare nella tamarraggine o nel becerume di certa elettronica.
A completare l'EP ci sono dei contenuti multimediali, ossia i videoclip di "The Longest Year" e "Day & Then The Shade", nulla che non si possa trovare su YouTube et similia, ma pur sempre dal materiale aggiuntivo.
Dopo la delusione di "Night Is The New Day", questo "The Longest Year" è una bella sopresa per il sottoscritto, anche se certamente è rivolta solamente ai fan più accaniti e ai collezionisti più incalliti.
Recensione a cura di Michele ’Coroner’ Segata

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.