ank667

Avatar 0

Info

Genere preferito:Thrash / Speed Metal
Data di nascita:non disponibile
Provincia:Milano
Iscritto dal:16 luglio 2010
Rock, whiskey, custom e un dolce frutto saporito che sa tutto di donna!!
Saluti dal bar.

Ultimi commenti inseriti

Inserito il 29 gen 2020 alle 14:59

Completamente d'accordo, e succede raramente, con Pippo. Compresa l'impressione Deepurpleiana di WEIT WEG: quando l'ascoltai la prima volta ebbi quel senso di deja vu, che si collegò subito proprio a perfect stranger. Album molto elettronico, ma anche molto roccioso. Se vogliamo trovare le pecche: beh un bel pò di filler, se uno conosce bene la band riconosce (su Radio, quel girettino di pianola, è molto uguale ad un loro vecchio pezzo) Ma con una band come loro, comunque molto personale, e molto quadrata, ci può stare. Lo trovo comunque un ottimo album, non a pari di Mutter o LIFAD, ma comunque concordo in pieno il voto.

Inserito il 12 nov 2019 alle 08:42

Sarà mica per il petto prosperoso della tipa? XD

Inserito il 16 set 2019 alle 09:06

Dopo un paio di ascolti, devo dire che hanno ribadito ciò che con Exercise avevano fatto: creare un muro sonoro di negatività e nichilismo. Anch'io mi ci sono avvicinato con il lavoro precedente, al gruppo. E sono anche riuscito a vederli una volta live, di notte, senza luci o orpelli. Una macchina. Devo dire, dopo essermi procurato anche gli altri lavori, che la qualità è sempre stata alta. In questo lavoro ci sento un lavoro maggiore come SW, del rifforama più omogeneo e molto più orecchiabile, ma allo stesso tempo sempre compatto e inesorabile. Capolavoro (cit.) Bravo dopino.... zzz

Ultime opinioni inserite

Copertina dell'album
Metallica - Death Magnetic / Morte Magnetica....

Secondo me il fatto delle varie stroncature di questo disco e dato dal nome del suo autore. Verso i metallica ormai l'astio dei metallari accaniti non si smuoverebbe anche se sfornassero veramente una seconda parte di Master. Per me è un buon album di metal.

Copertina dell'album
Down - III: Over The Under / La classe non è acqua

Le canzoni sono ispirate e come nei precedenti capitoli è la cupezza a far da padrone. C'è molta energia (The path, I scream) ma anche momenti psichedelici e più articolati (Nothin in return, Never try).Il voto non è massimo perchè quel mezzo punto in più sarebbe per l'originalità che non è presente in questo capitolo, questa forse l'unica pecca di questo magnifico disco.

Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.