Giovanni ‘nonchalance‘ Cau

Avatar 6

Info

Genere preferito:non disponibile
Data di nascita:17 marzo 1982
Web:non disponibile
Provincia:Milano
Iscritto dal:31 ottobre 2010

Ultimi commenti inseriti

Inserito il 24 mag 2020 alle 17:51

Qui puoi eliminarli, se vuoi! :)

Inserito il 24 mag 2020 alle 14:24

Bah, io li trovo anche abbastanza simili - quando "gorgeggiano" - lui e il Fernando. Quello degli Amorphis, invece, mi pare fin troppo monocorde..ma, forse sarò io troppo affezionato a quelli degli anni ’90! P.S.: Meglio se togli tutta la mia parte dal tuo messaggio. ;)

Inserito il 23 mag 2020 alle 19:14

Grazie Shock! Ma, intendi che il Graz deve "scriverne" di più..?! ;) A parte gli scherzi, il disco mi è pure piaciuto (e continuo pure ad ascoltarlo..come il precedente!) però, tutte le volte, non riesco a far finta che in alcune dovevano "osare" di più. Ad esempio, il precedente ha sorpreso tanti per la mancanza di clean vocals..però, a me ha convinto proprio perché prendeva una direzione ben precisa! Qua quelle "più gothic" sono ottime, peccato che quelle doomish paiono buttate lì così per fare numero. Eccetto "The Devil Embraced", le altre - di quel genere lì - continuano a non dirmi molto.. Mentre sul discorso della voce, per me più Nick varia e meglio è! Probabile che usi più il growl per faticare meno dal vivo.. Però, io penso che - in realtà - lo faccia per dare più "interpretazioni" al brano. Tipo un Fernando Ribeiro, per dirne un altro che è tornato ad usarlo! Per inciso, possono farmi pure un album à la "One Second".. Basta che sia di qualità e che, soprattutto, abbia una sua identità.

Ultime opinioni inserite

Copertina dell'album
Testament - Titans Of Creation / Un album con diversi "strati", in cui ad affiorare sono le sonorità del passato..quello scomodo! In aggiunta: un tributo agli Scorpions, una spruzzata di black, accenni di groove "intelligente" e quei soliti assoli da incorniciare.

Quello che si nota è la maggiore libertà data alla sezione ritmica.. O, più precisamente, una produzione meno confusionaria che sul precedente. Insomma, le loro slappate/rullate qui appaiono in rilievo! Best moment del disco: l'attacco all'arma bianca di Children of the Next Level, il refrain '80s su WWIII, l'assolo sopraffino in City of Angels, la "practiciana" Ishtar's Gate, le svisate di chitarra su False Prophet, il techno-thrash di Curse of Osiris.

Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.