Hughes, Glenn - First Underground Nuclear Kitchen

Copertina 8

Info

Anno di uscita:2008
Durata:52 min.
Etichetta:Frontiers
Distribuzione:Frontiers

Tracklist

  1. CRAVE
  2. FIRST UNDERGROUND NUCLEAR KITCHEN
  3. SATELLITE
  4. LOVE COMMUNION
  5. WE SHALL BE FREE
  6. IMPERFECTION
  7. NEVER SAY NEVER
  8. WE GO 2 WAR
  9. OIL AND WATER
  10. TOO LATE TO SAVE THE WORLD
  11. WHERE THERE´S A WILL

Line up

  • Glenn Hughes: voce, chitarra acustica, basso, chitarra elettrica
  • Chad Smith: batteria, percussioni
  • Luis Carlos Maldonado: chitarra acustica, elettrica
  • JJ Marsh: chitarra elettrica alle tracce 9 e 10
  • George Nastos: chitarra alla traccia 7 e 8
  • Anders Olinder: tastiere
  • Ed Roth: tastiere alla traccia 2 e 7 / Fender Rhodes Piano alla traccia 4
  • Ana Lenchantin: violoncello alla traccia 6

Voto medio utenti

Cantante, bassista, songwriter, il grande Glenn Hughes nella sua lunga carriera non si è fatto mancare proprio niente. Onestamente non mi viene in mente un altro musicista rock che abbia saputo ritagliarsi un percorso musicale qualitativamente così elevato fondendo sonorità di generi diversi come hard rock, soul e funk.

Della “Voice of rock” (il cantante bianco preferito niente meno che da Stevie Wonder) si sa ormai quasi tutto. Celebre per aver scritto pagine di storia della musica con Trapeze e Deep purple, Mr. Hughes ha costellato la sua lunga carriera di mille collaborazioni nei più svariati progetti musicali riuscendo a crearsi un’indiscussa credibilità anche nella produzione solista. Fedele a una (ritrovata) fertilità creativita che lo vede sfornare quasi un album all’anno, Glenn dà alle stampe questo First Underground Nuclear Kitchen, inno (fin dal titolo) al suo vecchio amore, quel funk arricchito da spruzzatine pop (”Satellite”), soul (“We shall be free” e la title track) e (poco a dire il vero) hard rock (”Never say never” ed ”Oil and water”), che ci riporta agli esordi di Mr. Hughes nei grandi Trapeze (penso soprattutto a ”You are the Music...We are just the Band” del 1972).

Prodotto dallo stesso artista britannico a Los Angeles, dopo ore e ore di lavoro nel suo home-studio, Mr. Hughes, ancora una volta, riesce a reinventare se stesso e la sua arte, con un album molto emotivo e particolarmente indicativo del suo attuale linguaggio musicale. “Il bello del fare musica oggi per me, ha detto Glenn, è quello di avere una grande tela bianca. Aprire completamente me stesso all’universo e ai suoi spiriti, che in questi giorni, vivono dentro me giorno e notte. Le canzoni contenute nel nuovo album sono una vera e propria vendetta, la realizzazione del dono di una vita serena, un giorno alla volta”.
Il risultato è un brillante equilibrio delle diverse influenze che sono sempre state presenti nella musica dell’artista britannico, ma con un’incredibile carica di energia positiva che aiuta a creare una sensazione di gioia e serenità che pervade l’intero album.

Ancora una volta “Voice of rock” si avvale di una serie di collaborazioni di prim’ordine: Chad Smith dietro le pelli, Luis Maldonado alla chitarra, Anders Olinder alle tastiere, musicisti di talento ed esperienza a cui si aggiungono i preziosi contributi di session-man di assoluta qualità come JJ Marsh, George Nastos ed Ed Roth.

Questo F.U.N.K. ha tutto dunque per essere considerato l’ennesimo gioiello di un artista che nella sua vita, piena di alti ma anche di pesanti bassi (soprattutto per le note vicende personali), non ha mai smesso di mostrare la propria notevole intelligenza, artistica e non. Leggenda.
Recensione a cura di Filippo Lazzerini

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.