IMMORTAL, DEMONAZ e HORGH in lotta per i diritti sul nome della band

Info

Pubblicata il:05 agosto 2020
Fonte:non disponibile
Acque di nuovo burrascose in casa IMMORTAL e sempre legate ai diritti circa il monicker della band: nel 2014 ABBATH aprì una causa legale contro i suoi ex compagni di band per ottenere i diritti sul nome del gruppo, che alla fine rimase nelle mani di Demonaz e Horgh.

Ora, a sei anni di distanza, la questione non pare ancora risolta e questa volta vede contrapposti gli stessi Demonaz e Horgh, unici membri rimasti degli IMMORTAL: pare infatti che Demonaz abbia registrato a nome suo ed all'insaputa del suo batterista il monicker nel 2019, cercando di fatto di fare la stessa cosa che nel 2014 non riuscì as Abbath.

Ecco le parole di Horgh:
Horgh ha scritto precedentemente:

"Non mi sarebbe mai venuto in mente di registrare il marchio a nome mio come ha fatto qui [Demonaz], ma mi sono trovato a dover lottare per mantenere i diritti che ho guadagnato con una lunga carriera in questa band. E', e dopo tutto lo è stato per molti anni, una gran parte del mio sostentamento.

"Mi stupisce che [Demonaz] abbia intestato il marchio a sé stesso nel 2019, poiché la conclusione della registrazione [di Abbath] nel 2014 è stata che il marchio apparteneva ai membri permanenti della band."
Horgh ha fatto appello quindi all'ufficio brevetti norvegese, facendo presente come il nome sia stato costruito insieme e che quindi il marchio sia di proprietà di tutti i membri del gruppo, incontrando il favore dell'ufficio brevetti.

Demonaz pare tuttavia convinto di voler riprendere pieno possesso dei diritti sul nome, asserendo:
Demonaz ha scritto precedentemente:

I fan sanno bene da dove vengono la musica e i testi fin dall'inizio.
Le due parti recentemente hanno comunicato solamente tramite i rispettivi avvocati e Horgh si dice fiducioso che riusciranno risolvere la questione e riprendere a lavorare come band.

Come andrà a finire?
Notizia segnalata da Michele ’Coroner’ Segata

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per questa notizia! Vuoi essere il primo?