AEVANGELIST, il loro pensiero sul Coronavirus

Info

Pubblicata il:23 marzo 2020
Fonte:Facebook official
Sul proprio facebook ufficiale, Matron Thorn degli Aevangelist ci tiene farci sapere la sua opinione sulla pandemia che si è scatenata sul mondo.

"La morte invia una piaga sulla terra.
È un'intrusa o una gradita ospite?
Quale Dio rovescia la sua coppa d'ira su tutti noi?
Cerchiamo di osservare la cosa dal punto di vista privilegiato dell'ironia: non importa chi o cosa siamo, siamo tutti solamente carne e tutti questi conflitti sulle differenze possono essere risolti da una singolarità comune condivisa, la nostra mortalità.

Potreste morire presto, ma questo lo sapevate già. Alcuni di noi muoiono ogni giorno, per vari motivi o per nessun motivo. Forse questa, tuttavia, è un'opportunità unica per esplorare le cose che hanno un significato reale nella nostra fragile esistenza. Forse ci è voluta una piaga per rivelare la nostra debolezza di carattere e le nostre vacue aspirazioni , correggendo uno squilibrio a lungo ignorato nei valori della nostra "società". Forse l'isolamento forzato e una breve incursione nei secoli bui faranno sognare di nuovo le persone. Le avversità possono essere d'ispirazione. L'incertezza può essere umiliante.

Con rispetto per coloro che ci sono già stati strappati, riconosciamo il terrore delle cose che stanno per accadere, ma apprezziamo anche l'equilibrata complessità della morte.
"


La band ha da poco pubblicato il nuovo album "Nightmarecatcher", già recensito su queste pagine.
Notizia segnalata da Luigi 'Gino' Schettino

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 23 mar 2020 alle 11:47

L'ennesimo buffone che pensa di dire cose intelligenti. "Forse l'isolamento forzato e una breve incursione nei secoli bui faranno sognare di nuovo le persone". E lo scrivi su Facebook????? ahaahhahaha Coglione.