MAX CAVALERA, un incubo imparare di nuovo i riff di "Arise" e "Beneath the Remains"

Info

Pubblicata il:11 marzo 2019
Fonte:non disponibile
Sticks For Stones ha condotto un'intervista con Max Cavalera, frontman di SOULFLY e CAVALERA CONSPIRACY, prima del breve tour australiano in cui lui e il fratello Igor eseguiranno alcune tracce degli album "Beneath The Remains" e "Arise" dei SEPULTURA. L'intervista integrale è disponibile a fondo pagina, qui di seguito un breve estratto in cui Max parla delle sue difficoltà nel riprendere a suonare alcune delle canzoni più tecniche di "Beneath The Remains" ed "Arise":
"In effetti è stato abbastanza duro dover re-imparare tutti i riff di quegli album. Abbiamo preso la cosa molto sul serio ed abbiamo provato moltissimo per suonarli al meglio, specialmente l'anno scorso. Dissi ad Igor che non volevo fare qualcosa "col culo" e che se lo avessimo fatto non avrei voluto vedere nemmeno un commento negativo su Internet, e tutti quelli che andranno allo show dovranno essere completamente spazzati via dalla nostra prestazione!
È stato un incubo imparare daccapo molti di questi riff, c'è voluto un sacco di pratica, ma allo stesso tempo mi sono anche divertito molto a re-innamorarmi di questi dischi, non ascolto più le mie vecchie cose in quanto preferisco ascoltare la musica degli altri. Per tornare a quei dischi ho dovuto sezionare l'album nel modo in cui lo abbiamo creato e registrato e questo mi ha fatto apprezzare ancora di più quei dischi. Penso che "Beneath The Remains" e "Arise" siano veramente ottimi dischi, ci sono alcuni momenti davvero fantastici, magici, specialmente alcuni breakdown ed alcune parti veloci, come hai detto tu, sono molto tecniche. È l'apice dell'era death / thrash e mi sembra un sogno poterli suonare dal vivo.
Notizia segnalata da Alessandro Zaina

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per questa notizia! Vuoi essere il primo?