Black Sabbath, il live video ufficiale di "Paranoid" dall'ultimo concerto

Info

Pubblicata il:15 febbraio 2017
Fonte:non disponibile
Inserito il 20 lug 2017 alle 23:53

Rilasciato nel 1980, Heaven and Hell è stato un successo critico e commerciale, diventando il terzo LP più venduto dietro Paranoid e Master of Reality. Nello stesso anno, durante il tour, Ward aveva raggiunto l'apice del suo alcolismo e annunciò che anche lui stava lasciando il gruppo. Vinny Appice, il fratello minore del leggendario batterista Vanilla Fudge Carmine Appice, è stato portato a sostituirlo, e apparirà sul decimo spettacolo del gruppo, le Regole Mob del 1981. L'album ha ricevuto recensioni miste, ma è ancora riuscito ad andare d'oro negli Stati Uniti e fremere il Regno Unito Top 40 sulla forza della traccia del titolo infuocato, che è apparso anche - in una versione diversa - nel film cult animato e adulto Heavy Metal. Il primo album di concerti della band, Live Evil, è stato rilasciato nel 1983. Registrato durante il tour del gruppo nel 1982 a sostegno delle regole Mob, ha presentato un'istantanea audio della band al vertice delle sue potenze tecniche, ma non è riuscita a catturare le tensioni interne Che stavano bollire sotto tutte le diapositive e le pirotecnica. Citando un inconciliabile crollo con Iommi e Butler, Dio e Appice hanno lasciato il gruppo al centro del mixaggio dell'album e hanno formato la propria band. Con la nuova deriva Dio che rilascia il Santo Diver e Osbourne lasciando cadere la sua terza LP da solista, Bark at the Moon, il Black Sabbath era in un crocevia definito. Nato nuovamente Undeterred, Iommi e Butler hanno subito cominciato a cercare nuovi membri con i quali avviare il vecchio macchinario, sistemandosi finalmente su Ian Gillan di Deep Purple e su un brano appena distratto Bill Ward dietro il kit. Mentre era inizialmente venduto bene, il risultato Born Again era un fallimento critico, una collezione sorda tono di subpar Sabbath che avrebbe lasciato in ultima analisi Iommi l'ultimo uomo in piedi. Anche il tour a sostegno dell'album è stato un disastro, con Ward, ricaduto durante la registrazione, sostituito dal batterista Move / ELO Bev Bevan, e un malfunzionamento del prop propulsante che ha fornito l'ispirazione per il mockumentary del 1984 This Is Spinal Tap's classic Sequenza Stonehenge. Dopo che il tour Bevan è andato a sinistra, Gillan è rientrato in Deep Purple, e Butler è andato solista, lasciando Iommi senza possibilità di mettere la band in pausa. Settima Stella Ciò che è seguito è stato un lungo periodo di cambiamenti costanti quasi costanti, con Iommi rimasta l'unico membro originale. Emesso nel 1986, la sedicesima stella bluesy era, per tutti gli scopi, un album solista di Iommi - la pressione stampa dell'azienda lo costrinse ad aggiungere il moniker Black Sabbath alla copertina anteriore - e il 1987 Eternal Idol fu il primo a presentare il nuovo seme -permanente cantante Tony Martin. Il batterista dei pesi massimi Hard rock Cosy Powell si è unito a Iommi e Martin sulla Cross senza testa di 1989.