Scorpions, "Non vogliamo più parlare di tour d'addio"

Info

Pubblicata il:27 settembre 2015
Fonte:non disponibile
Il famoso e fantomatico tour d'addio degli Scorpions ha suscitato tantissimi dubbi sul futuro e sulla carriera della band. A distanza di due anni dall'avvenuto evento, è lo stesso frontman del combo teutonico a voler chiarire la faccenda. Questo è quanto Klaus Meine avrebbe rivelato recentemente ai microfoni di Vegas Rocks!:
Dopo l'ultimo tour "d'addio", non vogliamo veramente più parlare di farne un altro. Non vogliamo fare alcuna previsione per il futuro, perchè abbiamo perso alcuni cari amici nel corso degli ultimi mesi. Il nostro manager, Peter Amend, è venuto a mancare un anno fa ed il nostro tour manager, Michael Gehrke, è deceduto agli inizi dell'anno. E' stato un periodo duro. Allo stesso tempo, stavamo realizzando il disco e siamo tornati on the road. Ti rendi conto che tutto ciò potrebbe finire domani, quando succedono cose del genere - una vera tragedia - non dai più nulla per scontato. Ci godiamo la giornata e quello che facciamo ma non puoi mai sapere, per cui non facciamo previsioni. Al momento siamo qui, ce la godiamo, quando andremo in America vogliamo solo dare ai nostri fan uno show grandioso e non pensar troppo a ciò che potrebbe succedere il prossimo anno, a ciò che potrebbe essere il 2017. So solo che nel 2018 io avrò 70 anni. E' inquietante. Lo scorso anno ho assistito allo show dei Rolling Stones qui in Germania, a Berlino, e a fianco a me c'era Steven Tyler degli Aerosmith. Entrambi stavamo guardando Mick Jagger, preso a ballare. Ho detto a Steven: "Guarda, Steven, questo uomo ha 70 anni. Non è incredibile?". Steven ha risposto: "Klaus, io ne ho 66!", gli ho detto: "Beh, anche io!". Tutti quanti noi siamo invecchiati ma portiamo avanti la nostra passione. Siamo giovani nel cuore e traiamo un'energia enorme dal pubblico, dai fan, e questa per me è una cosa favolosa.
Immagine
Notizia segnalata da Arianna G.

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per questa notizia! Vuoi essere il primo?