Il Rock in Idro 2009 si sposta (con polemica) al Palasharp

Info

Pubblicata il:26 maggio 2009
Fonte:Comunicato Stampa
Ecco la novità che cambia il Rock In Idro 2009: la location diventa il PALASHARP di Milano.
Il Rock in Idro cambia luogo ma rimangono invariate le attività e le esibizioni di questo grande festival estivo.

Il Palasharp - da 2 decenni punto di riferimento della musica a Milano - torna ad ospitare un festival estivo dopo otto anni (qualcuno si ricorderà una furiosa quanto mai mitica edizione del Gods Of Metal) e la società organizzatrice - HUB Music Factory - ci tiene a precisare che nulla è invariato, compresi gli stands, i punti ristoro, il secondo palco e, last but not least, la line up che vede su tutti le esclusive italiane per Faith No More, Limp Bizkit, BabyShambles, The Pogues, Gogol Bordello e molti altri.

ROCK IN IDRO 2009
13-14 Giugno @ PalaSharp - Milano

http://www.hubmusicfactory.com

I biglietti già acquistati saranno validi anche per il Palasharp

Rock In Idro è una produzione targata HUB:
http://www.hubmusicfactory.com
http://www.rockindro.com

**************

NIENTE IDRO (SCALO) PER ROCK IN IDRO 2009

Il Rock In Idro è la manifestazione che nel 2005 inaugurò il programma estivo “Idroscalo in festa”, organizzata insieme alla Provincia di Milano. Quest’anno, però, Rock In Idro viene improvvisamente estromesso dal calendario degli eventi.

I promoter del Rock In Idro, con stupore, hanno appreso che il festival - a differenza di quanto approvato nel mese di marzo 09 dalla direzione artistica di ‘Idroscalo in Festa’ - non era menzionato nel programma presentato dalla giunta Penati nella recente conferenza stampa di presentazione della stagione estiva.

Gli organizzatori – Hub Music Factory – ci tengono a precisare che: ”Non è mai stata comunicata nessuna motivazione ufficiale che avrebbe portato a questa inaspettata decisione”. Inoltre la Hub non è riuscita ad avere - nonostante i vari solleciti fatti al Sig. Maggi, portavoce del presidente in carica Sig. Penati - contatti diretti con la Presidenza della Provincia di Milano (patrocinatori del programma eventi dell’estate all’Idroscalo).

Da indiscrezioni sembra che la motivazione principale del clamoroso ‘sfratto’ sia la collocazione temporale del festival proprio nella settimana a ridosso del ballottaggio per decidere chi sarà a governare la Provincia (di Milano) nei prossimi anni.

Il grande dubbio è questo: come può una manifestazione musicale influire o interferire sullo svolgimento delle elezioni provinciali? Ma soprattutto: come la musica in generale, e quella dal vivo in particolare, può essere usata e poi scaricata per meri calcoli politici, senza il minimo interesse per le conseguenze economiche di chi si è impegnato ad organizzare un evento che coinvolge centinaia di lavoratori e un investimento importante, in particolare durante un periodo di grossa crisi mondiale?

E’ da chiarire che altri spettacoli (probabilmente con meno eco mediatica) all’interno dell’Idroscalo o nell’area milanese avranno regolarmente luogo, senza alcun problema, durante tutto il mese di giugno e anche nella settimana del 13-20 giugno...e perché non il Rock in Idro?
Gli organizzatori ci tengono a ricordare come il Rock In Idro, in questi anni, sia stata una manifestazione sempre svoltasi in un clima tranquillo e senza alcuna propaganda politica, solo con lo scopo di far divertire i giovani (e non solo), con un appuntamento diventato – più che mai quest’anno – uno dei principali festival musicali d’Italia e senza mai ricevere alcun contributo economico da parte della provincia o altro ente pubblico.

Ecco come concludono gli organizzatori:” Abbiamo, in questi giorni, tentato di avere un confronto con il Presidente Penati e la Provincia per poter, innanzitutto, capire i reali motivi di questo cambiamento di intenti e trovare una soluzione affinchè il Rock In Idro rimanga nel luogo dove e’ nato; perchè la nostra volontà e’ quella di trovare una soluzione per non spostare l’evento in una fase così avanzata della sua organizzazione. Purtroppo questo non ci è stato concesso. Siamo quindi costretti a trovare una soluzione alternativa che è stata individuata nel Palasharp di Milano, con un allestimento che prevede sia la parte outdoor del parcheggio collegato sia la parte indoor. Cercheremo di cambiare l’area del Palasharp costruendo, attraverso tensostrutture e gli spazi disponibili, una grande venue unica”

Rimane da chiedersi come mai chi ha fatto questo tipo di scelte non riesca a comprendere l’enorme incidenza sociale e culturale che festival di questo tipo hanno sui partecipanti e sulla cittadinanza. Il Rock in Idro - come gli altri festival che da 4 anni si svolgono nell’area concerti dell’Idroscalo - sono eventi unici che molte altre province e città italiane ed europee invidiano; potrebbe essere una grande occasione sociale e perfino politica per chi, nel suo dna, dovrebbe avere una visione di società che si basi sulla partecipazione e la condivisione.

Il programma del Rock In Idro rimane invariato così come la presenza del secondo palco, degli stand e dell’area ristorazione. Per info: www.rockinidro.com

La nuova location del ROCK IN IDRO 2009 è il PALASHARP di Milano.
Notizia segnalata da Gianluca 'Graz' Grazioli

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 28 mag 2009 alle 18:42

Abbiamo letto in questi giorni i vari commenti alla luce del "trasferimento" imposto dalla Provincia di Milano dall'Idroscalo al Palasharp. Con alcuni di voi, che ci hanno scritto direttamente, siamo riusciti a spiegare bene come sono andate le cose, ma leggendo nella rete abbiamo notato che non è molto chiaro quanto è accaduto e quindi con questa lettera vorremmo lo fosse una volta per tutte perchè deve essere chiaro che non siamo stati noi a scegliere di spostare il festival ma ci è stato imposto dalla Provincia dopo che avevano confermato. Siamo i primi a subire questa decisione politica che ci coinvolge sia professionalmente che come amanti della musica live e proprio per questo ci siamo trovati davanti a due scelte: 1) annullare il festival 2) cambiare location. Proprio perchè amiamo il nostro lavoro e consideriamo il bill di Rock In Idro il migliore che ci sia mai stato non abbiamo voluto nemmeno prendere in considerazione l'idea che per una campagna elettorale si annulli un evento come questo. Da qui la decisione di spostarci ed il posto più centrale possibile, con metropolitana ed accesso all'autostrada vicini era il Palasharp. Ora faremo il possibile per allestirlo sia fuori che dentro nel miglior modo, con tutte le caratteristiche del Rock In Idro e, come abbiamo ricevuto comprensione e solidarietà dagli artisti che siamo veramente fieri di ospitare speriamo che anche il pubblico che verrà a vedere questi artisti sia altrettanto comprensivo e capisca esattamente CHI ha voluto che questa manifestazione si spostasse, che non è di certo l'organizzazione di Rock In Idro.

Inserito il 27 mag 2009 alle 14:29

sempre colpa dei comunisti! Abbasso Penati

Inserito il 27 mag 2009 alle 08:13

V.E.R.G.O.G.N.A.T.E.V.I.