Copertina 7

Info

Genere:Black Metal
Anno di uscita:2019
Durata:47 min.
Etichetta:Norma Evangelium Diaboli

Tracklist

  1. NIHIL SINE POLUM
  2. ASHURA
  3. CRAWLING FIRE
  4. THE CROWN OF DEATH
  5. HERMETIC SILENCE
  6. OCCISOR
  7. CONSTRICTOR TORRENTS

Line up

  • Drastus: Instruments, vocals

Voto medio utenti

Ritorno discografico per il francese Drastus il cui precedente e primo lavoro risale ad addirittura 14 anni fa! A livello discografico non si può certo dire che questo comeback non sia stato preparato in grande stile: è infatti la prestigiosa Norma Evangelium Diaboli (Deathspell Omega, Misþyrming, ecc) a curare la produzione e la pubblicazione di "Croix de sang".
Drastus è con tutta evidenza un grandissimo conoscitore della materia di cui si occupa e dimostra di saperla trattare altrettanto bene: il suo stile coniuga in modo estremamente organizzato una gamma piuttosto ampia di influenze ed elementi, dal black metal più classico e oltranzista a un groove sicuramente più moderno in cui la fanno da padrone chitarre spesse e cupe che contribuiscono non poco al mood claustrofobico e all'incedere denso, magmatico, che caratterizzano il lavoro.
L'atmosfera non manca sia che sia garantita dal classico riff in tremolo che da inquietanti arpeggi: certo, qui con "atmosfera" non si intende, ovviamente, il sonicscape sognante e immaginifico restituito da band come Darkspace o Earth and Pillars. Abbiamo a che fare, piuttosto, con un muro spesso di melodie oscure e maligne che catapultano l'ascoltatore nella frenesia di rituali raccapriccianti.
Le linee vocali declamatorie di Drastus contribuiscono a fare di questi brani delle litanie blasfeme con lo scream talvolta alternato a delle parti con voce pulita, che lungi dallo smorzare l'oscurità e la malevolenza del platter, riesce a conferire quella drammatica teatralità che fornisce ulteriore profondità e struttura alle composizioni.
Anche la prova dietro le pelli si segnala come più che positiva: la varietà nell'interpretazione ritmica dei brani aiuta a rendere sempre avvincente un album pesante, buio, claustrofobico. Che si tratti di uno schiacciante tupa-tupa, di un mid tempo groovoso in doppia cassa arricchito da giochi su tom e piatti o una frenetica fuga in blast beat, Drastus riesce a tenere l'attenzione dell'ascoltatore sempre abbastanza elevata.
Non manca qualche brano meno ispirato o qualche sezione leggermente più stanca ma nel complesso il songwriting compensa con maestria anche dove l'entusiasmo non è a mille.
Un ascolto consigliato agli amanti del black metal influenzato dai grandi nomi della NoEvDia ma non solo: violenza, malignità, groove e melodie sinistre sono tutti elementi che qui dentro risultano ben congegnati e faranno la felicità di più d'un blackster.

Recensione a cura di Carnivals'

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.