Copertina 8

Info

Anno di uscita:2010
Durata:50 min.
Etichetta:Metal Blade
Distribuzione:Audioglobe

Tracklist

  1. SHAMAYIM
  2. FIRMAMENT
  3. THE FIRST COMMANDMENT OF THE LUMINARIES
  4. 4.PTOLEMY WAS WRONG
  5. METAPHYSICS OF THE HANGMAN
  6. CATHARSIS OF A HERETIC
  7. SWALLOWED BY THE EARTH
  8. EPIPHANY
  9. THE ORIGIN OF SPECIES
  10. THE ORIGIN OF GOD

Line up

  • Loïc Rossetti: vocals
  • Robin Staps: guitar
  • Jona Nido: guitar
  • Louis Jucker: bass
  • Luc Hess: drums

Voto medio utenti

Ci sono voluti tre lunghi anni per digerire l'imponenza di un disco come Precambrian, a suo modo perfetto nel saper esplorare mondi sonori molto eterogenei per poi unirli ad altre sonorità che magari nella mente dei comuni mortali non sono nemmeno avvicinabili, ma ormai i tedeschi The Ocean hanno poco di umano, e quindi possono permettersi il lusso di cambiare le carte in tavola come vogliono. Heliocentric è il nuovo album che porta la band, e tutto il suo nutrito collettivo che fa da guest, un passo ancora più avanti, e come da copione qualcosa si è evoluto, qualche elemento è stato messo in secondo piano e qualche indirizzo stilistico è stato modificato o evoluto verso qualcosa di diverso. Questo è forse il cd più melodico e "rilassato" dei The Ocean, dove in sostanza viene dato uno sfogo maggiore alle atmosfere più eteree e delicate, e proprio in tale modo si spiega forse il pesante uso delle voci pulite e discapito di quelle più aggressive e rabbiose, ma questo non sta a significare che siano state cancellate del tutto. Quello che rispetto all'album precedente emerge con gli ascolti è una sostanziale capacità di fare sintesi, tralasciando in questo caso le sezioni più oppressive e Sludge/Doom a favore di massicce incursioni in territori più tradizionalmente Progressive e non importa se Metal o Rock, tanto per loro sono soltanto etichette che non hanno alcun significato. La loro è musica senza etichette per definizione. Anche la durata generale dei brani si è accorciata per dare una più forte parvenza alla "forma canzone", con risultati ottimi visto e considerato che Heliocentric scivola via come l'olio, però questo non permette neanche stavolta di suddividere un loro album in canzoni separate, è più che altro un grande magma sonoro che si muove uniformemente pur conservando al suo interno svariati appigli che possono iniziare da un arrangiamento di sassofono per poi finire in un riff di chitarra monolitico. Da non sottovalutare i testi: il vero collante fra l'immaginario e la musica dei The Ocean, una combinazione che crea immagini affascinanti dove l'evoluzione della specie e la sua interpretazione sfociano in un qualcosa di difficilmente descrivibile. Ormai hanno acquisito una personalità e un'originalità di primo livello, e proprio per questo non smettono di rinnovarle ad ogni loro uscita. Grandissimi.
Recensione a cura di Andrea 'BurdeN' Benedetti

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.