Dream Theater, ecco la playlist del live a Roma

Info

Pubblicata il:31 gennaio 2017
Fonte:non disponibile

Immagine


Il tour celebrativo dei 25 anni dall'uscita di "Images and Words" dei Dream Theater è sicuramente uno degli eventi maggiormente attesi in questo inizio del 2017. E' di dominio pubblico ormai da parecchio tempo che il loro lavoro più importante sarà eseguito per intero nei loro concerti ma al contrario, non si sapeva quali altri brani avrebbero fatto parte della setlist nei vari live.
Questa la setlist della data di ieri all'Auditorium Parco della Musica di Roma:

Act 1:

– The Dark Eternal Night
– The Bigger Picture (live premiere)
– Hell’s Kitchen
– The Gift of Music
– A Life Left Behind
– Our New World
– The Spirit Carries On
– As I Am (con un estratto di “Enter Sandman”)
– Breaking All Illusions


Act 2:

– Pull Me Under
– Another Day
– Take the Time
– Surrounded
– Metropolis Pt. 1: The Miracle and the Sleeper
– Under a Glass Moon
– Wait for Sleep
– Learning to Live


Encore:

– A Change of Seasons: I The Crimson Sunrise
– A Change of Seasons: II Innocence
– A Change of Seasons: III Carpe Diem
– A Change of Seasons: IV The Darkest of Winters
– A Change of Seasons: V Another World
– A Change of Seasons: VI The Inevitable Summer
– A Change of Seasons: VII The Crimson Sunse


Una scaletta che sicuramente farà discutere come spesso accade alle band con molti dischi alle spalle, e che probabilmente verrà riproposta anche nelle prossime date.

Immagine
Notizia segnalata da Alessandro Zaina

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 31 gen 2017 alle 19:26

Ma ditemi, ditemi... Giacomino ce la fa ancora a cantare i brani di I&W oppure fa quella tremenda cosa con la lingua per dissimulare il rantolo? Che gli altri sanno suonare lo so già, oggi invece interessa il gossip

Inserito il 31 gen 2017 alle 12:21

Discutibile, a mio avviso, solo la scelta dei pezzi di Astonishing. Nessun brano da Awake, ad esempio. Per il resto, gran concerto. 3 ore molto dense... anche nel suono... la sala Santa Cecilia non è decisamente adatta alla musica rock/metal. I primi 20 minuti sembrava di stare al Palasport. Poi è andata meglio, ma comunque c'era troppo "rumore".