(28 luglio 2017)Tyr, Malpaga Folk & Metal Fest 2017

“Se il mondo fosse nelle mani dei metallari le cose andrebbero senz’altro meglio”.

Con queste parole (forse un filo retoriche ma che a volte mi sento di condividere) Richard Milella dal palco dava idealmente il via ai tre giorni del 5° Malpaga Folk & Metal Fest in località Cavernago nei pressi appunto del Castello di Malpaga.

Immagine


Questo evento, partito tra lo scetticismo generale nel 2013, ha saputo incrementare qualità e quantità di presenze sul palco e numero di spettatori grazie al grande lavoro del Gruppo Giovani Malpaga (e di Richard appunto) tanto che oggi è diventato una piacevole consuetudine.

Noi di Metal.it abbiamo assistito alla prima giornata ed ecco le nostre impressioni.
Già nelle comode aree di parcheggio si respira aria di festa ed entrati nell’area dedicata all’evento questa sensazione diviene certezza: tendoni con tavoloni e panche, una cucina da campo, un locale pizzeria addirittura, diverse spine per la birra (ovviamente…) ed un grande spazio per le tende di chi si fermerà per tutti i tre giorni del Festival offrono un colpo d’occhio soddisfacente.

Ovviamente il fulcro è per tutti -al netto del piacere di fare macello- la proposta musicale; in questa serata sono previste 4 band: i milanesi Hercunia e Calico Jack, i comaschi Ephyra ma soprattutto i grandissimi Tyr dalle isole Fær Øer nella loro unica data italiana.
Se si pensa che l’ingresso è gratuito non si può far altro che leccarsi i baffi e ringraziare chi riesce ad organizzare tutto questo.

Alle 19 sono gli Hercunia a dare il via alle danze con il loro folk metal spensierato e divertente ed il frontman Marco Boccotti, nonostante il pubblico sia più attratto dalla birra, inizia a scaldare l’atmosfera invitando tutti sotto il palco.

Subito dopo è la volta dei Calico Jack e dei loro costumi da pirati (a metà tra la saga Disney di Capitan Sparrow ed i più grintosi bucanieri di Rolf Kasparek) alzare la temperatura del festival con la loro esibizione.

Lo spazio antistante il palco ormai è quasi pieno quando gli Ephyra ed il loro melodeath fortemente velato di influenze folk ci guidano verso (inutile negarlo) il piatto forte della serata: la performance dei Tyr.

Sono da poco passate le 22 quando Heri Joensen, Terji Skibenæs, Gunnar Thomsen ed il batterista Amon Djurhuus salgono sul palco di fronte ad una folla che dimostra di essere lì proprio per loro.

Immagine


“We are Tyr, we came from Fær Øer and we play heavy metal” dichiarano immediatamente dando così il via al loro show.
I vichinghi sono in grande spolvero e come ampiamente prevedibile si nota in modo quasi violento la loro superiorità rispetto ai pur validi gruppi di supporto.
D’altronde nel 2018 la band festeggerà il ventennale di carriera (anche se –come leggerete a breve nell’intervista che ci hanno gentilmente concesso, non hanno dato nessuna particolare importanza alla ricorrenza) e non si arriva a durare tanto per caso.

Immagine


I brani si susseguono veloci abbracciando praticamente tutti i dischi del gruppo, da “Erik the Red” passando per “Ragnarok”, “By the light of the Northern star” sino all’ultimo “Valkyrja” datato ormai 2013.
Il pubblico segue entusiasta dimostrando di conoscere in alcuni casi anche canzoni in danese (!) ed il carisma di Heri e Gunnar fa il resto.

Lo spettacolo scorre (purtroppo veloce) e quando i Tyr arrivano al termine ci resta come sempre il tarlo ed il rimpianto di qualche brano che avremmo voluto ascoltare: ma è anche questo il bello dei live!

Immagine


Davvero una magnifica serata, trascorsa in un fiato anche per la bella cornice del Festival e per la disponibilità di tutti: nonostante non ci sia stato risparmio di alcool non abbiamo visto nient’altro che persone con grande voglia di divertirsi.

Continuate così ragazzi ed anche la prossima edizione proseguirà con il trend in crescita di quelle precedenti!
Hail to the Hammer!

ALBUM FOTOGRAFICO QUI

Tyr Setlist:
Gandkvæði Tróndar
Sinklars Vísa
Blood of Heroes
Grindavísan
Hold the Heathen Hammer High
By the Light of the Northern Star
Regin Smiður
Wings of Time
Another Fallen Brother
By the Sword in My Hand
Turið Torkilsdóttir
Lady of the Slain
The Lay of Thrym
Tróndur Í Gøtu
Mare of My Night
Ramund Hin Unge
Shadow of the Swastika
Anthem


Giunti al termine della prima giornata del Malpaga Folk & Metal fest 2017 un doveroso ringraziamneto va anche al Gruppo Giovani Malpaga + Cacciatori, i Volontari senza il loro aiuto tutto questo non sarebbe stato possibile.

Inoltre vanno ricordate le altre band che hanno preso parte al Malpaga Folk & Metal fest 2017, Hercunia, Calico Jack, Ephyra, MAIM, Arcana Opera, Ulvedharr, Icethrone, Vallorch, Odr…anche loro hanno contribuito a rendere grande il festival.

Live Report a cura di Alessandro Zaina
Photo credit: Fabio DeCarlo - All Rights Reserved @ Metal.it

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per questo concerto! Vuoi essere il primo?

Area: Classic Area
Provincia: BG
Costo: Gratis

Report a cura di
Fabio De Carlo
In vendita su EMP
Prossimi concerti
Despite Exile
venerdì 22 dicembre 2017, TO, TBA
Despite Exile
sabato 23 dicembre 2017, MI, TBA
Holy Shire
domenica 31 dicembre 2017, MI, TBA
Holy Shire + Sakem
venerdì 05 gennaio 2018, MI, TBA
Rage + Firewind + Darker Half
sabato 06 gennaio 2018, MI, 20€ +d.p.
Septicflesh + Inquisition
mercoledì 10 gennaio 2018, BO, TBA
Gloryhammer
giovedì 11 gennaio 2018, MI, Da € 23,00
Ultimi live report
Foto Riot V + Rosae Crucis +...

Lo ammetto, durante l'avvicinamento allo storico Jailbreak ho...

Foto Headbangers Ball Tour:...

Tradotto: Cavalera's brothers + Overkill + Insomnium + Deserted...

Foto Gogol Bordello: arrivano i...

Il Live ormai è diventato la cattedrale per i concerti dell’area...

Foto Testament + Annihilator +...

Eccoci al Live, per un trio molto succulento: Death Angel, Annihilator e...

Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading