Copertina SV

Info

Genere:Black Metal
Anno di uscita:2018
Durata:5 min.
Etichetta:Indie Recordings

Tracklist

  1. LIKEIM
  2. ALL MY FRIENDS ARE DEAD (TURBONEGRO COVER)

Line up

  • Nattefrost : vocals, guitar
  • Malphas: guitars
  • Gamle Erik: guitar
  • Slakt: bass
  • Audun: Drums

Voto medio utenti

Dodici anni di silenzio.
Questo il lunghissimo periodo di tempo intercorso tra "Fuck you All!" e il singolo "Likeim" che anticipa il nuovo "Likskue - Dødens Arkitekur", album di ritorno per i seminali Carpathian Forest, gruppo che ha contribuito a determinare le coordinate di quello che oggi definiamo Black Metal.
Perso ormai tanti anni fa il fido Nordavind, a mio avviso l'anima nera del gruppo, Nattefrost ha messo su una line up completamente rinnovata e si ripresenta sul mercato discografico con quell'aria sfacciata, rock'n'roll, punkeggiante che da sempre contraddistingue la musica dei Carpathian Forest, una entità che, a mio modesto parere, viene citata troppo poco spesso in relazione all'importanza che la sua proposta ha avuto all'interno della scena estrema norvegese, si ripresenta, dicevo, con questo breve brano di una manciata di minuti, deliziosamente black'n'roll, semplicissimo e diretto, condendo il tutto con una cover di "All My Friends Are Dead" dei Turbonegro (la scelta mette benissimo in chiaro l'attitudine dei Nostri) e mettendoci, quindi, l'acquolina in bocca per quello che potrà essere il nuovo album.
Forse il mercato discografico, nel frattempo, si è dimenticato dei Carpathian Forest, forse l'assenza di Nordavind potrà pesare più di quanto successo nell'ultimo lavoro in studio, forse il gruppo avrà perso il suo smalto, fatto sta che la notizia del loro ritorno, per me, è una grande notizia.
Lascio, ovviamente, questo singolo senza voto e mi metto in attesa.
Voi che fate?

Recensione a cura di Beppe 'dopecity' Caldarone

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 16 apr 2018 alle 13:23

Ma si è disintossicato o è ancora preda dei suoi vizi? Perché la differenza è tutta lì

Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.