(Nuclear Blast Records / Audioglobe)Destruction - Thrash Anthems II

Copertina Perdindirindina come passa il tempo… Mentre inserivo la scheda dell’album mi sono reso conto che il primo volume di “Thrash anthems” risale a ben dieci anni fa, eppure avrei scommesso che ne fossero passati non più di quattro o cinque… Considerazioni da malato di Alzheimer a parte, i Destruction evidentemente c’hanno preso gusto, e quindi tornano all’attacco con la pubblicazione del secondo volume del best of, licenziato prima via PledgeMusic, e successivamente via Nuclear Blast Records, atto a ‘svecchiare’ il materiale antico della band. Scusate la franchezza, ma obiettivamente non c’è molto di nuovo da aggiungere rispetto a quanto già detto in fase di recensione della prima parte, visto che si tratta, essenzialmente, dello stesso identico tipo di operazione.

Si prendono i vecchi brani diventati ormai classici (a dirla tutta in questa seconda parte ce ne sono molto meno rispetto alla prima), ci si infila un brano ripescato addirittura dalla primissima demo tape (“Frontbeast”), li si ri-registra con un sound più attuale e adeguato ai gusti dei ragazzetti che ascoltano metal oggigiorno, si aggiunge una cover thrashizzandola a dovere (“Holiday in Cambodia” dei Dead Kennedys) e il gioco è fatto.

Sinceramente, con tutto l’affetto infinito che provo per la band di Schmier e Mike, non riesco davvero ad aggiungere ulteriori considerazioni che non siano già state esplicate più e più volte. Come già detto per il primo volume, l’operazione in sé è senz’altro più meritevole di un classicissimo best of, quello che lascia perplesso me, e come me molti altri che la pensano allo stesso modo, è proprio il registrare di nuovo brani che hanno anche nel suono grezzo e primordiale il loro fascino ormai entrato nella storia.

Ascoltare “Satan’s vengeance” o “Black mass” o la già citata “Frontbeast” con questi suoni qui, può farle apprezzare da un punto di vista puramente tecnico, ma vuoi mettere le arcane e putride sensazioni che emanano le versioni originali? Il discorso è sempre lo stesso, quindi: un’operazione del genere può essere indirizzata soltanto a chi è completamente all’oscuro della band, o meglio ancora ai ragazzini che hanno un approccio all’ascolto del metal completamente differente rispetto a noi vecchi che abbiamo avuto la fortuna di apprezzare le versioni originali in tempi ben diversi da quelli che stiamo vivendo attualmente. Prodotto di nicchia, quindi, destinato esclusivamente alle nuove generazioni…

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Avatar Inserito il 03 dicembre 2017 alle 11:29

Le canzonì sono figlie del loro tempo, suoni compresi, ri-registrandole si vanno a snaturare. Quanta verità....

Avatar Inserito il 02 dicembre 2017 alle 01:06

Quoto tutto il discorso di Rob. Le canzonì sono figlie del loro tempo, suoni compresi, ri-registrandole si vanno a snaturare. Questa operazione può strappare un ascolto ed un sorriso ma finisce lì.

Leggi la discussione completa

Genere: Thrash / Speed Metal
Anno di uscita: 2017
Durata: 54 min.
Tracklist:

  1. CONFUSED MIND
  2. BLACK MASS
  3. FRONTBEAST
  4. DISSATISFIED EXISTENCE
  5. UNITED BY HATRED
  6. THE RITUAL
  7. BLACK DEATH
  8. THE ANTICHRIST
  9. CONFOUND GAMES
  10. RIPPING YOU OFF BLIND
  11. SATAN'S VENGEANCE
  12. HOLIDAY IN CAMBODIA (DEAD KENNEDYS COVER)

Line up:

  • Marcel "Schmier" Schirmer: vocals, bass
  • Mike Sifringer: guitars
  • Vaaver: drums

Voto medio utenti: Nessun voto

6,5
Recensione a cura di
Roberto Alfieri
In vendita su EMP
Copertina
17.99 € / CD (DigiBook, Ed. Limitata)
Copertina
18.99 € / LP (Picture)
Copertina
17.99 € / T-Shirt (nero, 100% cotone)
Copertina
15.99 € / 2-LP (Ed. Limitata)
Dello stesso genere
Copertina Mass Extinction
Creation's Undoing
(Underground Movement / 2008)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Impious
The Killer
(Hammerheart / 2002)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Revolution Within
Annihilation
(Restilho Records / 2016)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina HateScream Demo
Born In Anger
(2004)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading