(Punishment 18 Records)Devastation - Idolatry (reissue)

Copertina Gran colpo da parte della nostrana Punishment18 Records che restituisce attenzione e reperibilità a quello che risulta essere una gemma del thrash metal, ovvero il terzo ed ultimo lavoro degli statunitensi Devastation, band texana che nella seconda metà degli anni '80 ha inciso, tra gli altri, uno dei più intensi e riusciti album di thrash metal oscuro, pesante, a volte con qualche deriva death metal, e caratterizzato dalla voce soffocata di Rodney Dunsmore.
Dopo l'esordio "Violent Termination" del 1987, assai rozzo e primordiale, il primo ed enorme passo avanti è rappresentao dal secondo "Signs of Life", uscito per Combat Records nel 1989, penalizzato purtroppo da una produzione deficitaria e anch'esso ristampato in questi giorni dalla Punishment18.

Il vero capolavoro, paradossalmente, giunge con la loro ultima fatica del 1991 a nome "Idolatry" che suona splendidamente, anche grazie alla produzione affidata a Scott Burns.
Arrivati ormai fuori tempo massimo in piena crisi di vendite del thrash metal, "Idolatry" nonostante i buoni consensi della stampa non riesce ad arginare la crisi di settore, amplificata a dismisura nell'anno seguente dai passi indietro dei colossi del genere, come Metallica, Megadeth e Testament.

Questa è la giusta occasione per rilanciare, per gli appassionati ovviamente e non per i casual listeners, una band che ha avuto zero fortuna e tanti meriti.
Rispetto all'originale, troviamo una buona registrazione live di quattro brani, tra cui spicca "Meet Your Maker", addirittura ripescata dal primo disco, che ci fa comprendere appieno come questa band fosse assolutamente trascinante anche da sopra un palco.

A voi la videorecensione di "Idolatry".

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Avatar Carnivals'
Voto: 5,0Fantastico

Non posso che concordare. Ricordo ancora l'opinione inserita dal Graz anni fa letta la quale mi prodigai per recuperare in qualche modo questa perla del thrash estremo. Da riscoprire assolutamente.

Aggiungi la tua opinione Leggi tutte le opinioni

Ultimi commenti dei lettori

Avatar Inserito il 28 novembre 2017 alle 22:08

eh...interesserà a tre persone ma perchè no? :D

Avatar Inserito il 28 novembre 2017 alle 21:41

E allora fai anche la retro-censione degli Angkor Wat da Corpus Christi coi loro due dischi :)

Leggi la discussione completa

Genere: Thrash / Speed Metal
Anno di uscita: 2017
Durata: 69 min.
Tracklist:

  1. DELIVER THE SUFFERING
  2. FREEWILL
  3. FORSAKEN HATRED
  4. SOULS OF SACRIFICE
  5. IDOLATRY
  6. LEGACY OF FAITH
  7. SUBCONSCIOUS
  8. NEVER BELIEVE
  9. DESOLATION / SOULS OF SACRIFICE (LIVE)
  10. MEET YOUR MAKER (LIVE)
  11. IDOLATRY (LIVE)
  12. SUBCONSCIOUS (LIVE)

Line up:

  • Rodney Dunsmore: vocals
  • Dave Burk;: guitars
  • Henry Elizond: guitars
  • Edward Vasquez: bass
  • David Lozano: drums

Voto medio utenti: Voto: 5,0

9
Recensione a cura di
Gianluca 'Graz' Grazioli
In vendita su EMP
Copertina
Copertina
Copertina
Copertina
13.99 € / CD & DVD (Edizione Deluxe)
Dello stesso genere
Copertina Final Breath
Mind Explosion
(Nuclear Blast / 2002)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Paradox
Collision Course
(AFM / 2000)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Saratan
The Cult Of Vermin
(My Kingdom Music / 2008)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Holy Moses
No Matter What's the Cause
(Steamhammer Records / 1994)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading