(Spinefarm Records)Entheos - Dark Future

Copertina Gli Entheos sono una sorta di all star band nata dalle ceneri dei deathcore masters Animosity e formata da membri di band quali Animal as Leaders e Faceless.
Il gruppo, formatosi nel 2015, giunge con "Dark Future" al suo secondo album di lunga durata e, purtroppo per loro, ha la sventura di capitare tra le mie mani.
Mi spiego.
Il loro death metal ultra tecnico, ricco di migliaia di riff, decine e decine di cambi di tempo, tastiere dal sapore spaziale, fraseggi ultra complessi, fughe di chitarra quasi jazz, caratterizzato, inoltre, da vocals (ad opera della "dolce" Chaney Crabb) a metà tra growl e strilla gorgoglianti (non saprei come altro definirle), a me trasmette solo ed esclusivamente una cosa: una grande rottura di coglioni.
Gli Entheos suonano davvero bene, solo un sordo non se ne renderebbe conto, e nell'album si sente in lungo ed in largo l'esperienza dei musicisti, però.. però c'è un grande però: dove sono i brani? Io non riesco a distinguere l'uno dall'altro. A me sembra tutto uguale, per carità un tutto suonato da DIO, ma tutto identico.
Ora, in giro per il web ho letto solo recensioni ultra positive per il precedente "The Infinite Nothing", uscito nel 2016, e quindi le cose sono due: o il gruppo ha completamente cambiato genere, oppure sono io che non capisco un cazzo.
Molto probabilmente è vera la seconda ipotesi.
Siccome sono una persona corretta, lascio questo "Dark Future" senza voto, sicuro che gli amanti delle masturbazioni musicali estreme troveranno pane per i loro denti, mentre per tutti gli altri, me compreso, suggerisco di uscire di casa e percorrere di corsa 30 chilometri: farete certamente meno fatica che ascoltare, attentamente, questo lavoro.

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?

Genere: Death Metal
Anno di uscita: 2017
Durata: 41 min.
Tracklist:

  1. BLACK STATIC (I)
  2. WHITE NOISE (II)
  3. MELANCHOLIA
  4. PULSE OF A NEW ERA
  5. SEA OF SYMMETRY
  6. INVERTED EARTH (I)
  7. SUNSHIFT (II)
  8. USPENDED ANIMATION
  9. THE WORLD WITHOUT US
  10. RESONANCE

Line up:

  • Evan Brewer: bass
  • Navene Koperweis: drums
  • Chaney Crabb: vocals
  • Travis LeVrier: guitars

Voto medio utenti: Nessun voto

SV
Recensione a cura di
Beppe 'dopecity' Caldarone
In vendita su EMP
Copertina
6.99 € / EP-CD
Copertina
16.99 € / 2-DVD (Digipak)
Copertina
29.95 € / Copertina rigida (Copertina Rigida)
Copertina
16.99 € / CD
Dello stesso genere
Copertina Vermin
Define : divine
(Deity Down Records / 2009)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina At The Gates
Gardens of Grief
(Dolores Records / 1991)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Hyra
Seek For Salvation
(Sweet Poison Records / 2009)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Carnalation
Deathmask
(2012)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading