(Century Media Records)Arch Enemy - Will to Power

#42159 Inserito il 10 settembre 2017 alle 11:13
Avatar Francesco Frank Gozzi
Sottoscrivo ogni parola dello splendido scritto di Ale.
Gli Arch Enemy ce li siamo giocati da una quindicina d'anni, ma un abominio come questo disco è davvero troppo.

(Modificato il 10 settembre 2017 alle 11:14)
#42160 Inserito il 10 settembre 2017 alle 13:01
Avatar marcoozzy84
Andrò controcorrente, ma non lo trovo così malvagio, musicalmente parlando...
#42161 Inserito il 10 settembre 2017 alle 13:39
Avatar Marco ’Metalfreak’ Pezza
Ottima recensione, da sola spiega l'album senza la necessità di ascoltarlo 😁
#42166 Inserito il 11 settembre 2017 alle 14:08
Avatar bathory
Vado anch'io controcorrente...non sarà un disco apocalittico ma lo ascolto con discreto piacere.
Loomis poco sfruttato...concordo!!!!
#42167 Inserito il 11 settembre 2017 alle 14:11
Avatar rising74
Forse non sono la persona più adatta a parlare degli Arch Enemy. Il primo periodo non mi piaceva per nulla, poi, con l'introduzione di Angela Gossow c'è stato parecchio materiale che mi ha convinto e anche l'ultimo e "controverso" War Eternal non era affatto male. Alla luce di tutto ciò non mi capacito del vuoto cosmico che si percepisce in questa release. Anche io, come il recensore, sono convinto che non sia uscito per caso ma sia frutto di scelte ponderate e mi chiedo, dato che stiamo parlando degli Arch Enemy e non di un gruppo di/per adolescenti, a chi può interessare un prodotto del genere che non è né carne né pesce, vuole essere ruffiano ma non ha il singolo giusto per esserlo? E davvero, non parliamo di evoluzione che mi viene da ridere...

(Modificato il 11 settembre 2017 alle 14:13)
#42168 Inserito il 11 settembre 2017 alle 14:19
Avatar Sannita
Ascoltato un paio di volte (forse poche...mah...non credo!).
Appoggio ogni singola parola della recensione. L'ultimo album in cui si riscontrano tracce di un songwriting ragionato è, a mio avviso, Wages of Sin, dove, benché Angela Gossow non esprimesse il massimo a livello di cantato growl, a livello compositivo i fratelli Amott avevano ancora diverse cose da raccontarci. In quanto musicisti professionisti appoggio sicuramente la loro scelta fatta quindici anni fa di switchare su un frontman (in questo caso women) più rappresentativo che desse al gruppo quella visibilità che è linfa vitale per la sopravvivenza dei musicisti. Quello che si rimprovera agli attuali Arch Enemy è la mancanza di ispirazione che, a prescindere da chi si trova dietro il microfono, avrebbe dovuto subire un'impennata con l'ingresso di Loomis. Ora, fermo restando che quest'ultimo non ha palesemente scritto una nota di quest'album, Amott ha ormai perso quella voglia/capacità di scrivere riff thrash/death impreziositi di melodie SEMPRE ispirate e mai eccessive.
In questo album ho sentito, invece, melodie forzate che appesantiscono (in senso negativo) la struttura di quasi tutte le canzoni e che nel 90% dei casi non sono mai ispirate.
Mah...!
#42170 Inserito il 11 settembre 2017 alle 18:45
Avatar CelticEye
Cosa ci fa fra i top album questo disco che ha una recensione di questo tenore, che esplicita così tanta delusione?

(Modificato il 11 settembre 2017 alle 18:52)
#42171 Inserito il 11 settembre 2017 alle 22:22
Avatar Gianluca 'Graz' Grazioli
questo è colpa mia: la sezione doveva chiamarsi HIGHLIGHTS (e quindi dare risalto non solo ai dischi più meritevoli ma anche ai nomi più noti) ma per un mio errore è rimasta TOP ALBUM...devo correggere, grazie per l'intervento :)
#42176 Inserito il 12 settembre 2017 alle 21:16
Avatar Sammy-boy
Gianluca 'Graz' Grazioli ha scritto precedentemente:

questo è colpa mia: la sezione doveva chiamarsi HIGHLIGHTS (e quindi dare risalto non solo ai dischi più meritevoli ma anche ai nomi più noti) ma per un mio errore è rimasta TOP ALBUM...devo correggere, grazie per l'intervento :)
CORREGGI PERO'!!! ;-p
#42183 Inserito il 13 settembre 2017 alle 22:44
Avatar Gianluca 'Graz' Grazioli
aahah vero....nel fine settimana :D

Genere: Death Metal
Anno di uscita: 2017
Durata: 50 min.
Tracklist:

  1. SET FLAME TO THE NIGHT
  2. THE RACE
  3. BLOOD IN THE WATER
  4. THE WORLD IS YOURS
  5. THE EAGLE FLIES ALONE
  6. REASON TO BELIEVE
  7. MURDER SCENE
  8. FIRST DAY IN HELL
  9. SATURNINE
  10. DREAMS OF RETRIBUTION
  11. MY SHADOW AND I
  12. A FIGHT I MUST WIN

Line up:

  • Alissa White-Gluz: vocals
  • Michael Amott: guitars
  • Jeff Loomis: guitars
  • Sharlee D’Angelo: bass
  • Daniel Erlandsson: drums

Voto medio utenti: Nessun voto

In vendita su EMP
Copertina
9.99 € / 2-CD (Ed. Limitata)
Copertina
17.99 € / T-Shirt (nero, 100% cotone)
Copertina
14.99 € / T-Shirt (nero, 100% cotone)
Copertina
17.99 € / T-Shirt (nero, 100% cotone)
Dello stesso genere
Copertina Broken Hope
Omen Of Disease
(Century Media / 2013)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Damaste
Five Degrees and a Prophecy
(Casket Music / 2011)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Psychotogen
The Calculus Of Evil
(Crash Music / 2003)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Your Own Decay Demo
Never Enough
(2003)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading