Ecstatic Vision - Raw Rock Fury

Copertina Per provare empatia come in trincea, come all'ultimo concerto di vasco, come
all'Ozora
E simpatia verso Laura Dekker, le minoranze etc
Raw Rock Fury insegna (per sottrazione) che occorre esserci radicalmente.
Come i farmaci, impedisce alle malattie di propagare pienamente ed indisturbate, ma non limita nè evoca la potenza umana di risolvere le disfunzionalità attraverso le azioni arbitrarie e la creatività.
Raw Rock aggira, come un sapone lo "sporco", isola e cattura in musica, un pugno di roccia caduca, senza crearne alcunchè.
Come una siepe in un mare di ville private, pone limiti alle "bellezze" senza riuscire ad esser bello di per sé.
L'edizione Live che risulta dagli EV non raggiunge livelli di bontà, sebbene gli EV, portatori di rock leggero dal punto di vista autoriale, siano ammalianti da atri pdv.
Qui toppano. I motivi sono: ridondanza e ridondanza E il piattone produttivo te.x-me.x riscaldato al sole.
Uscire dalla mediocrità è un percorso "per pochi" nonostante ˈfʁiːdʁɪç ˈvɪlhɛlm ˈniːʦʃə'
ci sia morto per renderlo (più) accesibile. Anzi auspicabile. Praticabile. Necessario.
Solidale alle secrezioni mentali dell'immenso pensatore relegherei Raw...
alla massa, al blob.

Vele al Vento
Poppe a...

PS ---> bellissimi i risentitissimi ultimi minuti!

.
.
.




















dai....tranquilli ho sbagliato la recensione. Capita!
Le spume da Duna Jam, la produzione digitale, compatta, americana esalta
le trame e fa diventare il prodotto un caposaldo del mezzogiorno di woodstock
I fiati rovinano come un frana in un canyon, deflagrando dal solito paesaggio di suoni.
Gli effetti e le mani, i sofwares e le folle sono bloccati nella scaletta come
barriere architettoniche in arcologie "nostrane".
Per tanti.
Per coloro che non si stancano di esotismi posticci.
Per gli intrappolati nei tempi...

Per tutt* g*li altr* c'è Kapuściński

Voto medio: 26,05 / 35 esimi
Apice intorno al minuto sedici-diciassette

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?

Genere: Nu Metal / Crossover
Anno di uscita: 2017
Durata: 65 min.
Tracklist:

  1. INTRO
  2. YOU GOT IT OR YOU DONT
  3. ELECTRIC STEP PT 1
  4. ELECTRIC STEP PT 2
  5. KEEP IT LOOSE
  6. TWINKLING EYE PT 1
  7. TWINKLING EYE PT 2
  8. TWINKLING EYE PT 3

Line up:

  • Doug Sabolik: vocals. guitars
  • Michael Field Connor: bass
  • and Jordan Crouse: drums

Voto medio utenti: Nessun voto

5
Recensione a cura di
Marco Pastagakio Regoli
In vendita su EMP
Copertina
22.99 € / LP (Picture)
Copertina
9.99 € / 2-CD (Ed. Limitata)
Copertina
18.99 € / LP (Picture)
Copertina
9.99 € / CD (Ristampa)
Dello stesso genere
Copertina Deride
The Void
(Massacre Records / 2012)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Stone Sour
Come What(ever) May
(Roadrunner / 2006)
Voto: 4,0
1 opinione
Copertina Losing Sun
Inertia
(Copro / 2005)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Gizmachi
The Imbuing
(Mayan / 2005)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading