(Napalm Records)Exit Eden - Rhapsodies In Black

Copertina “Rhapsodies In Black” è un disco che fa pensare. Da una parte c’è da riconoscere che il rischio di fallimento per un’operazione di questo tipo era molto alto - quattro talentuose (e per nulla appariscenti) cantanti che si cimentano con il repertorio pop/rock/r&b/dance in chiave gothic/symphonic metal - e dall’altra è curioso constatare quanto sia facile “metallizzare” buona parte dei brani più o meno recenti che passano in radio ogni giorno (e qui dovremmo tutti farci delle domande rispetto ai nostri ascolti quotidiani e al nostro rapporto di amore/odio con certa musica).

La “materia prima” da cui partono le Exit Eden è tutto sommato buona, nel senso che artisti come i Depeche Mode, Bonnie Tyler o Lady Gaga a ben pensarci si prestano ad arrangiamenti di questo tipo. La cosa che fatico ad accettare - ma che devo riconoscere - è che il risultato di questo “trattamento estremo” è complessivamente convincente.

Brani come “Question Of Time” (che sembra presa direttamente da un album dei Nightwish o dei Within Temptation) dei sopraccitati Depeche Mode, “Unfaithful” di Rihanna (con i violoncelli in evidenza in stile Apocalyptyca), “Incomplete” dei Backstreet Boys (con gli elementi celtici), “Impossible” di Shontelle (epica e cinematografica), “Frozen” di Madonna (gli Evanescence dei tempi d’oro non avrebbero saputo fare di meglio), “Paparazzi” di Lady Gaga (che probabilmente piacerebbe anche all’autrice) o “Fade To Grey” dei Visage (carica e groovy alla maniera dei Rammstein) non possono che far dire: “missione compiuta”.

Ma qualcosa di “fuori dal vaso” c’è, inutile nasconderlo: “Heaven” (Bryan Adams) e “Firework” (Katy Perry) suonano forzate, così come “Skyfall” di Adele - anche se è apprezzabile l’accento posto sul carattere dark del brano. Discorso a parte va fatto per “Total Eclipse Of The Heart”, perché quando mi toccano Jim Steinman faccio sempre fatica a prendere una posizione. Fate vobis.

Plastica allo stato puro. Ai limiti del kitsch. Probabilmente suonata quasi interamente da un PC. Ma funziona.

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?

Genere: Gothic Metal
Anno di uscita: 2017
Durata: 48 min.
Tracklist:

  1. QUESTION OF TIME
  2. UNFAITHFUL
  3. INCOMPLETE
  4. IMPOSSIBLE
  5. FROZEN
  6. HEAVEN
  7. FIREWORK
  8. SKYFALL
  9. TOTAL ECLIPSE
  10. PAPARAZZI
  11. FADE TO GREY

Line up:

  • Amanda Somerville: vocals
  • Clémentine Delauney: vocals
  • Marina La Torraca: vocals
  • Anna Brunner: vocals
  • Simone Simons: guest vocals on "Frozen" and "Skyfall"
  • Rick Altzi: guest vocals on "Total Eclipse Of The Heart"

Voto medio utenti: Nessun voto

7
Recensione a cura di
Gabriele Marangoni
In vendita su EMP
Copertina
19.99 € / T-Shirt (giallo, 100% cotone)
Copertina
14.99 € / CD
Copertina
16.99 € / LP & CD (Ed. Limitata)
Copertina
18.99 € / LP (Picture)
Dello stesso genere
Copertina Eleine
Eleine
(Cardiac Records / 2015)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Azylya
Sweet Cerebral Destruction
(WormHoleDeath Records / 2013)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Mena Brinno
Wicked Polly
(Dark Balance / 2009)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Crystal Crow
Love Again
(Indipendent / 2004)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading