(AFM Records / Audioglobe)Danzig - Black Laden Crown

Copertina Proprio non ci siamo, c`erano una volta i Danzig, e c'era una volta Glenn Danzig, oggi abbiamo un artista che palesemente non ha più nulla da dire, che cerca con ogni mezzo di portare avanti un progetto "noioso" che ormai, ripete sempre gli stessi schemi.

"Black Laden Crown", è uno dei punti più bassi della trentennale carriera dei Danzing, probabilmente però il vero errore è stato quello di trascinarsi fin qui, quando ormai da anni l'ex Misfits, non riesce più ad avere idee vincenti, sono lontani i tempi di "Lucifuge" o "How The Gods Kill".


Idee scarse, "solite" liriche horror/dark, suoni veramente poveri, atmosfere cupe e malate come al solito, linee vocali risicate, e in alcuni momenti troppo alte, merito o meglio demerito, di una produzione quanto meno discutibile, Tommy Victor a tratti fastidiosamente inascoltabile.
Ecco in sintesi "Black Laden Crown", album privo di ispirazione, produzione che penalizza in maniera eccessiva un drumming fin troppo basilare, delle chitarre abbiamo già parlato, il basso è difficilmente distinguibile, ma quel che è peggio è constatare come Danzig sia oramai sfiatato.

Purtroppo siamo al cospetto du una release che oltre ad evidenziare il pessimo stato di forma della band, sembra essere stata assemblata più per il “dovere”, dopo sette anni, di regalare ai fans un album di inediti, più che per mera ispirazione discografica.

Analizzando l’intero lavoro le canzoni di "Black Laden Crown" risultano essere troppo statiche e schematizzate, si potrebbe dare la sufficienza minima a "Devil On Hwy 9" e "But A Nightmare", e "Last Ride", che alla fine è l’episodio migliore del decimo lavoro dei Danzing

Troppo poco per poter giustificare una prova modestissima per un album altresì improponibile, se avete intenzione di punire qualcuno per i suoi peccati, rinchiudetelo in una stanza e sottoponetelo a questi 45 minuti di "tortura".

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Avatar Inserito il 27 luglio 2017 alle 08:38

....e niente...l'hai toccata piano Fabio...

Leggi la discussione completa

Genere: Heavy Metal
Anno di uscita: 2017
Durata: 45 min.
Tracklist:

  1. BLACK LADEN CROWN
  2. EYES RIPPING FIRE
  3. DEVIL ON HWY 9
  4. LAST RIDE
  5. THE WITCHING HOUR
  6. BUT A NIGHTMARE
  7. SKULLS & DAISIES
  8. BLACKNESS FALLS
  9. PULL THE SUN

Line up:

  • Glenn Danzig: vocals
  • Tommy Victor: guitars
  • Joey Castillo: drums
  • Steve Zing: bass

Voto medio utenti: Nessun voto

4
Recensione a cura di
Fabio De Carlo
In vendita su EMP
Copertina
14.99 € / T-Shirt (nero, 100% cotone)
Copertina
14.99 € / T-Shirt (nero, 100% cotone)
Copertina
12.99 € / 7"-Singolo (Ed. Limitata, Ed. da collezione)
Copertina
14.99 € / 7"-Singolo (Ed. Limitata)
Dello stesso genere
Copertina Witchunter
Back On The Hunt
(Blasphemous Art Productions / 2016)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Riot
Riot Live
(Elektra / 1982)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Sons Of Liberty
Brush-Fires Of The Mind
(Century Media / 2010)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Gods Of Noise Demo
Gods Of Noise
(Autoprodotto / 2010)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading