(Nuclear Blast)The Doomsday Kingdom - The Doomsday Kingdom

Copertina Amici del doom, tocca mettere mano al portafogli.
E volete anche sapere perché? Beh, ma avete letto i nomi nella line up?
Ok, vediamo di partire dall'inizio.

I The Doomsday Kingdom la nuova band dell'inossidabile Leif Edling che, parcheggiate nel limbo altre sue formazioni e messo in freezer i Candlemass per quanto riguarda la composizione di nuovo materiale, non ha saputo starsene con le mani in mano ed ha cominciato, tutto solo, questo nuovo progetto nel 2015. O meglio, lui stesso ha dichiarato che si trovava in un momento di semi-depressione in cui non aveva voglia di leggere, di uscire, di fare nulla e allora si è messo a scrivere musica e se ne è venuto fuori con l'ossatura delle canzoni che troviamo qui. Bene Leif, deprimiti per noi.

La proposta musicale, lo avrete capito, non è certamente uno speed-power helloweeniano o un technical-death ipervitaminico, parliamo invece si un doom metal infarcito di classico heavy e di buone porzioni di epicità. Insomma, quello che a Leif riesce piuttosto bene da più di 30 anni, musica che non si discosta moltissimo da quanto prodotto dal bassista con la sua band principale ma sicuramente meno ossessiva e monolitica.
Dopo un breve EP che ha fatto drizzare le antenne alla Nuclear Blast, il buon Leif ha reclutato elementi per comporre una band vera e propria pescando da conoscenze e compagni di altre sue band, mentre per la voce, la scelta è ricaduta su Niklas Stålvind dei bravissimi Wolf.

Ecco, questa è stata la sorpresa del disco. Appena ho premuto play sono rimasto spiazzato nell'ascoltare un timbro pulito, acuto, d'acciaio come quello di Niklas accostato alle sonorità epic-doom proposte. Pensavo che brani epici, sulfurei ed intensi come quelli partoriti dalla penna del bassista, per rendere al meglio avessero bisogno di una voce calda oppure spettrale, sporca, con tratti drammatici ma... con sorpresa, Stålvind mi smentisce e si rende protagonista di una performance davvero sentita. Il singer cerca di dare il massimo per adattarsi alle composizioni, interpreta in maniera viscerale e alla fine si rimane a bocca aperta. Bravo.

Della voce ne ho parlato ma la musica non è certamente da meno, anzi, sotto l'aspetto squisitamente strumentale nulla è lasciato al caso. La tracklist presenta un buon equilibrio tra brani più lenti e propriamente doom ed altri più diretti ed asciutti, tutti naturalmente suonati con classe e con una saggia scelta di suoni, evitando distorsioni esagerate o una pulizia chirurgica ma prediligendo una resa omogenea, dal sapore quasi ottantiano ma non per questo finta. Un album davvero riuscito questo debutto dei The Doomsday Kingdom che mostra una coesione ed un equilibrio notevole, anche gli assoli e le parti di chitarra in generale sono ottime, sia per quanto riguarda i riffoni rallentati che gli arpeggi oppure i momenti più metallici. Non parliamo di roba innovativa o avanguardista, di base, Leif, suona sempre doom metal nei suoi progetti e nelle sue band ma ogni volta con venature e inflessioni differenti. Possiamo quindi dire che se i Candlemass sono il terreno di partenza di tutto, i Krux sono la parte più "ruspante" e diretta, gli Avatarium quella più eterea, rock e legata agli anni 60/70, gli Abstrakt Algebra quella più sperimentale e strumentalmente complessa, i The Doomsday Kingdom, infine, rappresentano il lato più classicamente epic-doom. Insomma, musica abbastanza facile da assimilare ma non banale, varia ma non troppo articolata, gloriosa e solenne senza essere pacchiana, con buoni muscoli di metal classico ma senza riferimenti precisi. Se dovessi accostarli ad un'altra band, tirerei certamente in ballo i conterranei Sorcerer.

Non mi dilungo oltre, se siete amanti di queste sonorità conoscerete certamente la materia, buttate un orecchio ai due pezzi qui sotto, ordinate la vostra copia del disco e... 'Listen to them - children of the night. What music they make!'



Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Avatar Inserito il 11 aprile 2017 alle 14:35

Il doom, inteso nel senso di un disco come Chapter VI, è in brani come Never Machine, The Sceptre, The Silence e sopratutto nell'ultima The God Particle (forse quella più canonicamente doom del lotto). Ma in tutto il disco è l'heavy metal puro a farla da padrone. Comunque disco clamoroso. Sarà molto difficile in campo heavy classic fare meglio di cosi nel 2017 (per tutti). Staremo a sentire...

Avatar Inserito il 11 aprile 2017 alle 12:42

I due pezzi qui proposti in anteprima sono di qualità molto elevata, però per me qui di Doom non c'è nulla, ci sento RJ Dio, Judas Priest e Malmsteen degli anni 80........ZERO DOOM

Avatar Inserito il 10 aprile 2017 alle 11:32

Altro centro assoluto di Leif, Niklas da applausi IMHO

Leggi la discussione completa

Genere: Doom Metal / Stoner / Sludge
Anno di uscita: 2017
Durata: 42 min.
Tracklist:

  1. SILENT KINGDOM
  2. NEVER MACHINE
  3. A SPOONFUL OF DARKNESS
  4. SEE YOU TOMORROW
  5. THE SCEPTRE
  6. HAND OF HELL
  7. THE SILENCE
  8. THE GOD PARTICLE

Line up:

  • Leif Edling: bass
  • Andreas Johansson: drums
  • Marcus Jidell: guitars
  • Niklas Stålvind: vocal

Voto medio utenti: Nessun voto

8
Recensione a cura di
Francesco Frank Gozzi
In vendita su EMP
Copertina
Copertina
14.99 € / CD (Digipak)
Copertina
9.99 € / 2-CD (Ed. Limitata)
Copertina
17.99 € / CD (DigiBook, Ed. Limitata)
Dello stesso genere
Copertina Jack Frost
Eden
(ccp records / 1995)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Pawnshop
Cruise’o’matic
(Beard of Stars / 2002)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Ambassador Gun
When in Hell
(Pangea / 2009)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Horizon Obscur Demo
Parade Lugubre
(2011)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading