(No Remorse Records)Lord Vigo - Blackborne Souls

Copertina Quella che alla prima impressione, basata solo sul titolo e l'artwork, poteva sembrare una proposta all'insegna del Black o quanto meno sul versante più estremo del Metal, rivela invece un'anima sì oscura ma orientata al Doom più classico. E di quello fatto pure bene, con i Lord Vigo, alla seconda uscita discografica (dopo l'EP "Under Carpathian Sun" del 2015), la prima sotto le insegne della No Remorse Records, che sanno svariare sul tema, con un marcato flavour epico e gothic a serpeggiare lungo le loro canzoni, e che questo terzetto tedesco riesce ad esprimere al meglio proprio in conclusione del disco, con la sontuosa "Eternal Survivor", in grado di unire e far funzionare epicità, toni marziali e solenni, senza dimenticarsi di una spolverata di Metal Classico.
Certo, non sempre il tutto funziona alla perfezione, infatti, "Great City in the Sky" o "Blasphemy" (per quanto quest'ultima inizialmente abbia portato alla mente ai primissimi Moonspell) sono meno propositivi di altri episodi, come la lisergica e teatrale titletrack o la più heavy "Ishrat II - Hail Me, Fire in the Night", due brani accomunati anche dall'inserimento di quelle parti narrate cui i Lord Vigo fanno spesso ricorso, che sono in grado di fare la differenza.
L'unico aspetto su "Blackborne Souls" che non soddisfa appieno è il cantato di Vinz Clortho, soprattutto nei passanti cantilenanti dove (come su "For Being Unkown") talvolta ricorda un Robert Smith che si sforza di essere cattivo ed ossianico, guardando (da lontano... ) a Messiah Marcolin.

Ma si tratta di quisquilie: "Blackborne Souls" è un disco in grado di attirare attenzioni e suscitare curiosità.



I was born to review
Hear me while I write... none shall hear a lie
Report and interview are taken by the will
By divine right hail and write

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?

Genere: Doom Metal / Stoner / Sludge
Anno di uscita: 2017
Durata: 56 min.
Tracklist:

  1. OH MOTHER EARTH
  2. WHEN THE BLOODLUST DRAWS ON ME
  3. GREAT CITY IN THE SKY
  4. BLACKBORNE SOULS
  5. BLASPHEMY
  6. HAIL ME FIRE IN THE NIGHT (ISHTAR II)
  7. FOR BEING UNKNOWN
  8. ETERNAL SAVIOUR

Line up:

  • Vinz Clortho; vocals, drums
  • Tony Scoleri: guitars, bass
  • Volguus Zildrohar: guitars, bass

Voto medio utenti: Nessun voto

7,5
Recensione a cura di
Sergio 'Ermo' Rapetti
In vendita su EMP
Copertina
9.99 € / 2-CD (Ed. Limitata)
Copertina
5.99 € / Set asciugamani (100% cotone)
Copertina
94.99 € / Scarpe sportive (nero/grigio, Esterno: 60% pelle scamosciata, 35% nubuck, 5% pelle, suola in gomma)
Copertina
16.99 € / LP & CD (Ed. Limitata)
Dello stesso genere
Copertina Eyehategod
Take As Needed For Pain
(Century Media / 1993)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina My Dying Bride
A Map of All Our Failures
(Peaceville Records / 2012)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Dantesco
Dantesco De la Mano de la Muerte
(Khaosmaster Productions / 2005)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Black Cobra
Bestial
(At A Loss Recordings / 2007)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading