(Martyrdom Records)Exultet - At The Gates of Christendom

Copertina Con qualche mese di ritardo, ospitiamo sulle nostre pagine virtuali il nuovo lavoro dei siciliani Exultet, vecchia conoscenza di Metalhammer.it e validissimo progetto musicale che, con il nuovo "At The Gates of Christendom", conferma la qualità e la particolarità della sua proposta.
Farz, rimasto membro unico del gruppo dopo l'abbandono del batterista Argoth, costruisce il nuovo album intorno alle vicende che portarono alla sconfitta dei Turchi nella celebre battaglia di Lepanto e lo fa attraverso un Black Metal dal taglio melodico ed atmosferico concepito secondo una prospettiva cinematografica che lo distacca nettamente dalle proposte simili.
I brani dell'album sono, infatti, tutti delle lunghe mini suite nelle quali il metallo nero si fonde con i magniloquenti ricami epico-sinfonici ed orientaleggianti che costituiscono la caratteristica peculiare della musica degli Exultet rendendola imponente e, come ricordato più sopra, quasi colonna sonora alle vicende narrate dei testi.
Farz, in questa prospettiva "filmica", destruttura il concetto canzone: non esistono ritornelli o bridge da poter ricordate, ma solo lunghe narrazioni di battaglie ed invasioni che ci vengono praticamente raccontate più che cantate e che sono esaltate e sottolineate, costantemente, da sample di cavalieri in lotta che muoiono lottando per i propri ideali e da partiture atmosferiche cariche di epicità e fierezza.
Quello che conta maggiormente in un disco del genere, al di là della tecnica o della produzione che poteva essere più curata, è certamente l'atmosfera e da questo punto di vista gli Exultet colgono perfettamente nel segno: "At The Gates of Christendom" vi condurrà, infatti, indietro nel tempo facendovi rivivere la vita e la morte delle genti che hanno solcato il Mediterraneo morendo nelle sue acque e facendo la storia delle nostre Terre.

Credo, per completare la mia analisi, che il gruppo siculo abbia ulteriori margini di miglioramento dal momento che le parti più squisitamente metal potrebbero essere più incisive ed evocative e l'uso della voce, che a me ricorda molto Rob Darken dei Graveland, certamente più vario e meno monocorde di come è adesso contribuendo a valorizzare una proposta che monocorde proprio non lo è.
Si tratta, in ogni caso, di difetti secondari che non incidono eccessivamente sulla qualità di un album davvero convincente che farà la felicità di chi ama la musica epica, folkloristica e magniloquente ma ammantata, in ogni caso, di un alone oscuro e tetro tipico del metallo nero.

Spero che gli Exultet trovino un contratto discografico che garantisca loro la giusta visibilità e dia loro il meritato riconoscimento.
In bocca al lupo.

Modifica album


Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Aggiungi la tua opinione

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?

Genere: Epic / Folk Metal
Anno di uscita: 2014
Durata: 55 min.
Tracklist:

  1. INTRO-OTTOMAN SHIPS GUSHED THROUGH THE SEA...
  2. LANDING IN OTRANTO, 1480
  3. TURKISH INVASION
  4. MARTYRIUM, TERROR AND DEATH
  5. HOLY LEAGUE
  6. WARSHIPS IN THE MEDITERRANEAN
  7. BATTLE OF LEPANTO
  8. THE NORMAN ASCENT-NEW VERSION

Line up:

  • Farz: All instruments, Programming, Vocals

Voto medio utenti: Nessun voto

7
Recensione a cura di
Beppe 'dopecity' Caldarone
In vendita su EMP
Copertina
34.99 € / Felpa con cappuccio (rosso, 80% cotone, 20% poliestere)
Copertina
24.99 € / CD (nero)
Copertina
17.99 € / T-Shirt (nero, 100% cotone)
Copertina
15.99 € / CD
Dello stesso genere
Copertina Domine
Stormbringer Ruler
(Dragonheart / 2002)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina AEternal Seprium Demo
The Divine Breath Of Our Land
(2010)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Tyr
Valkyrja
(Metal Blade Records / 2013)
Nessun voto
0 opinioni
Copertina Lord Weird Slough Feg, The
The Lord Weird Slough Feg
(1996)
Nessun voto
0 opinioni
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.
Facebook Facebook YouTube YouTube Twitter Twitter
Aggiungi notizia Segnala notizia Aggiungi concerto Segnala concerto
Loading