Copertina 9

Info

Past
Anno di uscita:1980
Durata:41 min.
Etichetta:Atco Records

Tracklist

  1. HELLS BELLS
  2. SHOOT TO THRILL
  3. WHAT DO YOU DO FOR MONEY HONEY?
  4. GIVEN THE DOG A BONE
  5. LET ME PUT MY LOVE INTO YOU
  6. BACK IN BLACK
  7. YOU SHOOK ME ALL NIGHT LONG
  8. HAVE A DRINK ON ME
  9. SHAKE A LEG
  10. ROCK AND ROLL AIN'T NOISE POLLUTION

Line up

  • Brian Johnson: voce
  • Angus Young: chitarra
  • Malcolm Young: chitarra
  • Cliff Williams: basso
  • Phil Rudd: batteria

Voto medio utenti

Bisognava colmare una lacuna
Questo disco strepitoso, spartiacque fra gli Ac Dc dell'era Bon Scott e quelli dell'era Brian Johnson non era ancora stato inserito fra gli album "storici", cioè quelli che a ns insindacabile giudizio meritano di essere ricordati negli anni a venire
Nel caso di Back In Black la cosa potrebbe un pò far sorridere, visto che tutt'ora la tracklist è la più famosa, ascoltata, coverizzata fra quelle della band australiana, e tuttavia bisognava ricordare il perchè brani quali la titletrack col suo mid-tempo spaccaossa, "Hell's Bells" col suo mitico e lugubre rintocco di campane e il suo riff che ha fatto scuola, la up tempo "Shoot To Thrill" col la chitarra che sembra un rasoio disegnando il main riff, "Given The Dog A Bone" col suo incedere hard rock e il suo riff potente e lineare o ancora la anthemica e un pò ruffiana "You Shook Me All Night Long", (getti la prima pietra chi non l'ha mai cantata a squarciagola?) siano rimasti nelle collezioni di ogni rocker chi si rispetti.

E come non annoverare anche le lente e potenti "Let Me Put My Love Into You" o "Rock'n'Roll Ain't Noise Pollution" o la veloce "Shake A Leg" col suo main riff in crescendo?
Ma Back In Black (l'album) non è solo una passarella di canzoni immortali che marchieranno a fuoco tutto un certo modo di intendere e suonare hard rock dal 1980 in poi, è sopratutto la sublimazione di Angus Young come autentico "riff-maker" in grado di coniugare riff classicamente rock'n'roll, col boogie e con l'heavy metal.
Se infatti fino al grandioso "Highway To Hell" gli Ac Dc avevano essenzialmente suonato hard-rock'n'roll-blues, è da "Back In Black" in poi che viene aggiunto quel tocco di metal mainstream che li porterà a vendere milioni di dischi, a riempire stadi ed arene e a diventare (credo di non sbagliarmi in questo) una delle band piu' imitate di sempre, volete alcuni nomi di followers? Krokus, HardBone, Bullet, The Darkness, Airbourne, The Answer ed altri che ora sicuramente mi sfuggono ...

Gli Ac Dc hanno avuto la prerogativa, come pochi altri gruppi vedi Motorhead o Iron Maiden, di essere subito riconoscibili, bastava una nota per capire che era una loro canzone ed è proprio questa la loro grandezza, nell'aver composto melodie immortali con poche, semplici e ripetitive note.
Solo i grandi potevano riuscire nell'impresa di non stancare mai pur suonando sempre "la stessa musica!"
Ora purtroppo, per diversi motivi, gli Ac Dc non ci sono più, si vocifera però che Angus (l'unico superstite) voglia tenere accesa la fiamma col Axl Rose alla voce ... la cosa potrebbe funzionare, avendo il singer dei GnR una timbrica che ricorda Johnson seppur con maggior estensione vocale.
Che dire, staremo a vedere (o meglio a sentire), male che vada continueremo a far girare sul piatto "Back In Black", "For Those About To Rock" o "Ballbreaker", ma senza dimenticare "Let There Be Rock" o "Poweage" naturalmente

Recensione a cura di Marco ’Metalfreak’ Pezza

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 10 mar 2018 alle 11:25

non sono mai stato un loro fan....ma il capolavoro,aver fatto scuola ed essere entrati nella leggenda..tanto di cappello a loro!!!! e poi....il miglior acronimo della storia,penso di tutti i tempi...rock e non solo ;-)

Inserito il 08 mar 2018 alle 20:46

l ultimo disco bello degli ac dc poi sono andati sempre a riciclarsi inoltre devo dirlo brian jonson ha una voce da gallina stonata che non mi piace per nulla mama questo disco resta un capolavoro

Inserito il 27 giu 2015 alle 09:16

The best 2

Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.