Copertina 5

Info

Genere:Gothic Metal
Anno di uscita:2013
Durata:55 min.
Etichetta:Massacre Records

Tracklist

  1. NADJA'S WAILING ABOUT COMING OF THE FROST
  2. THE OATH TO WILDERNESS OF UNREDEEMED NATURE
  3. ARDUINNA
  4. SPELLBINDER
  5. DEFENDER OF HIS FAITH
  6. THEIR HORSES NEVER TOUCH THE GROUND
  7. IDYL
  8. THE BLOOD OF ARDENNAS
  9. IKUINEN TAISTELU
  10. BONE FIRES
  11. ATEGENOS (AT THE DEATH OF WINTER)

Line up

  • Teemu Vähäkangas: bass
  • Jukka Hantula: drums
  • Jari Hautala: guitars
  • Harri Hautala: guitars, keyboards
  • Susanna Vesilahti: vocals

Voto medio utenti

A volte è davvero facile etichettare un gruppo semplicemente guardando qualche foto qua e la dei membri. A volte invece le foto ti traggono incredibilmente in inganno, nel più tipico caso de "l'abito non fa il monaco". Non è questo il caso degli Unshine, che fin dalla presentazione sono palesemente ascrivibili al circolo, ormai sempre più allargato, delle gothic/power/symphonic/folkish band con voce femminile, anche se loro stessi preferiscono definirsi "Druid Metal Band". E da dove arrivano? Ma dalla Finlandia ovviamente!

E "Dark Half Rising" è il loro terzo lavoro sulla lunga distanza, dopo il buon "Earth Magick" del 2005 (ma che titolo tamarro) e il sufficiente "The Enigma of Immortals" del 2008.
5 anni per preparare questo nuovo lavoro insomma, 5 anni senza cambi di line-up nemmeno rispetto all'esordio, le condizioni ideali per sfornare un bel disco insomma. E invece.."Dark Half Rising" è un disco noioso, banale e scontato, dal primo all'ultimo minuto, sia musicalmente che dal punto di vista vocale, con la voce di Susanna Vesilahti che risulta cantilenante e eccessivamente soporifera, priva di potenza e di espressività.
Per l'amor di Dio, non nego che ci possa essere ancora qualcuno al mondo che apprezza questo modo di far musica, ma personalmente trovo che si siano ampiamente superati i limiti del "bastaperfavorenonnepossopiù". E' un genere che ha dato tanto con band quali Epica, Nightwish, Within Temptation, After Forever e compagnia cantante, con voci quali Anneke, Tarja, Simone..quindi se ci si mette in testa di proseguire su quella linea bisogna innanzitutto sincerarsi di averne i mezzi tecnici e qualitativi, cosa di cui gli Unshine deficono.

Per farla breve "Dark Half Rising" degli Unshine è un album consigliato solo agli spiriti liberi della foresta e ai fan più accaniti del genere, manieristico ed eccessivamente lineare. Gli altri lascino pure perdere, c'è decisamente di meglio, nel passato e nel presente.

Quoth the Raven, Nevermore..
Recensione a cura di Andrea Gandy Perlini

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 17 ott 2013 alle 21:08

o era defecano?

Inserito il 17 ott 2013 alle 09:37

E' giusto deficono! Ho chiesto alla Crusca..

Inserito il 16 ott 2013 alle 19:16

non tutti i fichi riescono col buco

Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.