Replosion - The Resting Place of Illusion

Copertina 7

Info

Anno di uscita:2012
Durata:58 min.
Etichetta:Dysfunction Productions

Tracklist

  1. CARILLON
  2. RESTING PLACE OF ILLUSION
  3. YOUR SHAME
  4. THE UNKNOWN GOD
  5. STARLESS NIGHT
  6. TURN THE PAGE
  7. PUSH ME DOWN
  8. THE FALLEN GATES
  9. ICE QUEEN

Line up

  • Fil Palmer: vocals
  • Enrico Dolcetto: bass
  • Gabriele Marangoni: keyboards
  • Michele Galletto: drums
  • Gianmarco Galletto: guitar

Voto medio utenti

Dopo un demo targato 2007, gli italiani Replosion tornano con il primo lavoro sulla lunga distanza. “The Resting Place of Illusion” mutua quasi tutto dal suo ‘corto’ predecessore: il titolo, la copertina e buona parte della tracklist, che viene ampliata con una manciata di songs, tra cui la conclusiva (e lunghissima, ma con sorpresa…) “Ice Queen”.

Le coordinate stilistiche del combo mantovano si basano su un prog-metal di stampo dreamtheateriano, a cui la band cerca di dare un tocco personale spingendo sull’acceleratore, sia per quanto riguarda il riffing sia per i bpm, che in più d’un brano aumentano vorticosamente. Il gusto per la melodia è comunque garantito dall’accoppiata Fil Palmer (vocals, che razza di nick, ricorda un graaaande chitarrista!)/Gabriele Marangoni (keys). È così che i fratelli Galletto, ‘padri’ dei Replosion, si garantiscono un equilibrio musicale che permette alle loro partiture di ramificarsi in direzioni non sempre prevedibili, e spesso piacevoli.

I bei brani non mancano, all’interno di questo debut, e più o meno in ognuno di essi potrete trovare il clasico trademark della band, che fa del prog-metal una bandiera, pur non uscendo troppo dal seminato di quanto già partorito dagli apripista del genere. “The Resting Place of Illusion” è un album ben costruito, prodotto discretamente e che mi consiglierei di consigliare agli amanti del genere; sono però conscio, come spero lo sia la band stessa, che questo può e deve essere un ottimo primo passo, ma che per arrivare a fare il famoso ‘grande salto’ servono idee fresche, oltre alla ottima preparazione tecnica già sfoderata su questi solchi. Estremamente fiducioso nel domani, vi mando un in bocca al lupo grosso così.
Recensione a cura di Pippo 'Sbranf' Marino

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.