Gathering, The - Sleepy Buildings - A Semi Acoustic Evening

Copertina 7,5

Info

Genere:Gothic Metal
Anno di uscita:2004
Durata:73 min.
Etichetta:Century Media
Distribuzione:Self

Tracklist

  1. LOCKED AWAY
  2. SATURNINE
  3. AMITY
  4. THE MIRROR WATERS (V.2003)
  5. RED IS A SLOW COLOUR
  6. SLEEPY BUILDINGS
  7. TRAVEL
  8. SHRINK
  9. IN MOTION PART II
  10. STONEGARDEN (V.2003)
  11. MY ELECTRICITY
  12. ELEANOR
  13. MAROONED
  14. LIKE FOUNTAINS (V.2003)

Line up

  • Anneke van Giersbergen: vocals
  • René Rutten: guitars
  • Hugo Prinsen Geerligs: bass
  • Hans Rutten: drums
  • Frank Boeijen: keyboards

Voto medio utenti

Probabilmente ecco l'ultimo atto che unisce i The Gathering alla teutonica label Century Media. Se così fosse, la chiusura di una partnership lunga oramai più di 10 anni (che i rapporti tra le due fazioni siano logori da diverso tempo non è più un segreto) si chiuderebbe in bellezza con il suggello di questo live semi acustico (non posso non pensare comunque che nonostante l'abile e sapiente lavoro di riarrangiamento delle songs, questo platter non assumi i connotati di un best effettivo, visto l'associazione delle più recenti composizioni alle primissime cose) magnificamente registrato durante due serate sold out al LUX Theatre di Nijmegen (NL). 'Sleepy Buildings - A Semi Acoustic Evening' fotografa senz'altro il punto di massimo splendore della band capitanata dalla bella e magnetica Anneke, sempre pronta a spiazzare ed a piazzare, con album differenti l'uno dall'altro, il loro caratteristico marchio di fabbrica: melodia, intelligenza compositiva, ambientazioni oscure ed quel pizzico di psicadelia che rende il tutto più personale. E poi c'è lei. La voce che riscalda e che avvolge tutto in una magia inarrivabile, traghettando l'ascoltatore attraverso lidi lontani. Partendo dalle estrapolazioni dei primi album 'Always...' ed 'Almost A Dance', passando per 'Mandylion' e 'How To Measure A Planet?' fino ad arrivare alle più temporalmente vicine realizzazioni di 'If_Then_Else', questo live rappresenta la quinta essenza della band olandese, suggellandola come la massima esponente e come massima espressione di un genere che proprio loro hanno contribuito a creare ed a sviluppare. Assolutamente d'obbligo per gli estimatori di questo combo, necessario a tutti gli altri per capire cosa vuol dire fare musica con classe, carisma, sensibilità e gusto compositivo. Forse il miglior album che i The Gathering in questi quattordici anni di carriera hanno mai prodotto. Dolcissimo alla prima sorsata, ma con un magnifico retrogusto amaro.
Recensione a cura di Massimo 'Whora' Pirazzoli

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.