Copertina SV

Info

Genere:Heavy Metal
Anno di uscita:2009
Durata:66 min.
Etichetta:Spinefarm Records

Tracklist

  1. LOOKIN’ OUT MY BACK DOOR (CREEDENCE CLEARWATER REVIVAL)
  2. HELL IS FOR CHILDREN (PAT BENATAR)
  3. SOMEBODY PUT SOMETHING IN MY DRINK (RAMONES)
  4. MASS HYPNOSIS (SEPULTURA)
  5. DON´T STOP AT THE TOP (SCORPIONS)
  6. SILENT SCREAM (SLAYER)
  7. SHE IS BEAUTIFUL (ANDREW W.K.)
  8. JUST DROPPED IN (TO SEE WHAT CONDITION MY CONDITION WAS IN) (KENNY ROGERS)
  9. BED OF NAILS (ALICE COOPER)
  10. HELLION (W.A.S.P.)
  11. ACES HIGH (IRON MAIDEN)
  12. REBEL YELL (BILLY IDOL)
  13. NO COMMANDS (STONE)
  14. ANTISOCIAL (TRUST/ANTHRAX)
  15. TALK DIRTY TO ME (POISON)
  16. WAR INSIDE MY HEAD (SUICIDAL TENDENCIES)
  17. OOOPS!… I DID IT AGAIN (BRITNEY SPEARS)

Line up

  • Alexi Laiho: vocals, lead guitar
  • Roope Latvala: rhythm guitar
  • Janne Warman: keyboard
  • Henkka Seppälä: bass
  • Jaska Raatikainen: drums

Voto medio utenti

Beh, forse quando ancora recensivo con un minimo di entusiasmo l'ultimo "Blooddrunk", avevo più la voglia di poter ancora sperare che i ragazzi del lago Bodom non avessero perso completamente la bussola. A distanza di un anno, un album di covers così disomogeneo ed ingiustificabile, se non per spillare qualche soldino al fan accanito, mi conferma che forse avevo preso una mezza cantonata già un anno fa.

"Skeletons in the Closet", come già detto, è una raccolta di 17 pezzi, coverizzati dai Children e qui riuniti in bella mostra. Ci troverete dentro di tutto, dai Sepultura ai Wasp, da Britney Spears ai Ramones. Ed è indubbio che alcune di queste interpretazioni siano decisamente riuscite come "Silent Scream" degli Slayer, la stessa "Somebody put Something..." dei Ramones, ed altre chiccette che potrete trovare qua e là.

Ma, parliamoci chiaro, cosa mi vorrebbe rappresentare un album del genere? Prendiamolo vedendo il bicchiere mezzo pieno, e consideriamolo una sorta di "regalo" per i fans. Ma i regali, da che mondo e mondo, non si pagano 20 euro.... Fate vobis. Ha dalla sua l'unico vantaggio di essere suonato con la solita perizia, e di incuriosire ovviamente l'ascoltatore. Di contro, trovo la proposta assolutamente inutile, e neanche tanto originale, a dirla tutta.
Recensione a cura di Pippo 'Sbranf' Marino

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Inserito il 29 set 2009 alle 14:55

un gruppo defunto, morto e sepolto Davvero. Mica come i Megadeth.

Inserito il 28 set 2009 alle 20:11

Però che peccato, gente...

Inserito il 28 set 2009 alle 14:08

un gruppo defunto, morto e sepolto

Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.