Copertina 6,5

Info

Genere:Gothic Metal
Anno di uscita:2009
Durata:54 min.
Etichetta:Synapse Records

Tracklist

  1. OVERTURE
  2. THE SECRETS OF ANTARKTICA
  3. EILEEN'S LULLABY
  4. INTERLUDE I
  5. THE LEGEND OF VAGANTES IGNES
  6. THE GUARDIAN'S PROPHECY
  7. ANGEL IN BLACK
  8. EILEEN'S FAREWELL
  9. INTERLUDE II
  10. IL PIANTO DEGLI ANGELI
  11. INTERLUDE III
  12. THE NAMELESS INDIAN'S GIFT
  13. SPELLBOUND
  14. INTERLUDE IV
  15. THE DAWN OF THE DARK AGE

Line up

  • Simone Giorgini: all instruments

Voto medio utenti

Simone Giorgini è un musicista esperto e preparato, con alle spalle una cultura musicale radicata negli studi classici. Pianista, arrangiatore, organista e chi più ne ha più ne metta, il buon Simone mette su un disco che è quasi una colonna sonora, scritta peraltro di supporto ad una sua novella ("The Mystery of Antarktica"). Ecco quindi venire alle stampe questo "The Dawn of the Dark Age", disco catalogato per comodità nel gothic, ma che di gotico ha soltanto le sonorità e le atmosfere. La musica qui proposta, se dovessimo essere più precisi, è in pratica musica sinfonica, resa con l'uso di strumenti digitali, che simulano, in maniera abbastanza soddisfacente, la presenza di una vera e propria orchestra, che il mastermind chiama la "Nightbreeder Frozen Orchestra", ed eccone la composizione:

STRINGS
- Solo Spectral Violin
- Solo Spectral Co- Violin
- Solo Spectral Elettric Violin
- Solo Spectral Cello

- 18 Spectral First Violins
- 11 Spectral Second Violins
- 10 Spectral Violas
- 10 Spectral Cellos
- 8 Spectral Doubre Basses
- 1 Spectral Harp

BRASS
- Solo Spectral French Horn

- 4 Spectral Trumpets
- 8 Spectral French Horn
- 4 Spectral Trombones
- 2 Spectral Tuba

WOODWINDS
- Solo Spectral Flaute
- Solo Spectral Oboe

- 3 Spectral Flutes
- 3 Spectral Oboes
- 3 Spectral Bassoons

PERCUSSIONS
- Spectral Timpani
- Spectral Snares
- Spectral Bass Drum
- Spectral Cymbals & Gong
- Spectral Anvils
- Spectral Glock

CHOIRS FROM BEYOND
- 11 Spectral Soprano
- 10 Spectral Altos
- 11 Spectral Tenors
- 11 Spectral Baritones-Basses
- 16 Children’s Choir Voices


Tutto ben "spettrale", s'intende...

Beh, andiamo al sodo. Questo cd è una lunga e narrata composizione sinfonica, in cui gli strumenti "moderni" sono quasi del tutto assenti, ed in cui la parte del capo la fanno le tastiere di Simone, tese a ricamare un tappeto sonoro di notevole intensità. Il platter, peraltro, è quasi del tutto strumentale, se si escludono brevi interventi lirici con voci femminili, ed il risultato è di certo fuorviante, se pensavate di accostarvi a questo cd con la mentalità di un disco gothic metal... Roba per intenditori, direbbe qualcuno. Io preferisco dire "roba per appassionati": non bisogna per forza essere dei gran cultori di musica per gustarsi questo cd, ma è innegabile che l'ascolto del medesimo è caldamente sconsigliato a chi tende ad annoiarsi dopo l'intro tastieristica di questo o quel cd, visto che questo album è un'intro tastieristica di 54 minuti!

Complimenti comunque a Simone Giorgini per il bel progetto.
Recensione a cura di Pippo 'Sbranf' Marino

Ultime opinioni dei lettori

Non è ancora stata scritta un'opinione per quest'album! Vuoi essere il primo?

Ultimi commenti dei lettori

Non è ancora stato scritto nessun commento per quest'album! Vuoi essere il primo?
Queste informazioni possono essere state inserite da utenti in maniera non controllata. Lo staff di Metal.it non si assume alcuna responsabilità riguardante la loro validità o correttezza.